Wall Street accenna un sorriso in attesa Bernanke

24 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Esordio timidamente positivo per la borsa americana, dopo la flessione della vigilia sulla deludente lettura della fiducia dei consumatori statunitensi, scivolata sotto la soglia dei 50 punti. Il mercato resta alla finestra in attesa dell’audizione del Presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, di fronte al Congresso Usa (oggi e domani) dopo che la scorsa settimana l’istituto centrale ha alzato il tasso di sconto sui prestiti di emergenza. C’è attesa poi per la statistica Usa sulle vendite di case nuove di gennaio e per il consueto appuntamento con le scorte settimanali di petrolio statunitensi diffuse dall’EIA. Nel frattempo le richieste di mutui per l’acquisto di un’abitazione sono scivolate in Usa del 7,3%, ai minimi da maggio 1997. Sulle prime rilevazioni il Dow Jones mostra un rialzo dello 0,3% a 10312,95 punti, l’S&P500 un incremento dello 0,33% a 1098,24 punti ed il Nasdaq una plusvalenza dello 0,52% a quota 2222,4. Occhi puntati su Google, finita sotto la lente di Bruxelles. “La Commissione Europea può confermare di aver ricevuto reclami da tre società online contro Google che sta ora analizzando”. Lo afferma in una nota la Commissione, in cui aggiunge di “non aver avviato finora un’indagine formale”. L’esecutivo dell’Unione Europea non ha fornito imformazioni sulle aziende in questione. Il famoso motore di ricerca è al centro dell’attenzione anche per la condanna di alcuni dirigenti per un video violento su un ragazzo down pubblicato sul sito italiano della società. In evidenza anche Citigroup. Secondo il Wall Street Journal, SkyBridge Capital sarebbe in trattative avanzate per con Citigroup per acquisirne il business degli hedge fund. Il valore dell’operazione si aggirerebbe attorno ai 4 miliardi di dollari. Tra le molte società alle prese con i conti segnaliamo Freddie Mac e Tool Brothers.