WALL STREET: A META’ SEDUTA INDICI IN CAUTO RIALZO

30 Gennaio 2006, di Redazione Wall Street Italia

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta pressoche’ invariata. Le societa’ di Exxon Mobil (XOM), Smith Int. Inc. (SII), J.B. Hunt (JBT) e Mattel (MAT) hanno pubblicato risultati trimestrali superiori alle attese. Al contrario, Sysco Corp. (SYY), Tyson Foods (TYS), Cummins (CMI), Eastman Kodak (EK) e Schering-Plough (SGP) hanno deluso.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in ribasso di 6 punti a 10901 il Nasdaq e’ in denaro di 3 a 2307 e l’S&P500 e’ invariato a 1284.
Positive le performances dei settori raffinerie, prodotti chimici per l’agricoltura e abbigliamento al dettaglio.br>
L’indice VIX si trova al livello di 12.28. L’indice ”advance/decline” sta facendo registrare una lettura invariata. I volumi sul NYSE sono di 640.4 milioni di titoli scambiati.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, HON, SSTI e FILE si trovano in rialzo dello 0.5% circa, mentre ZL e NASI stanno guadagnando l’1.5%.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Questa sera dopo la chiusura, le societa’ di Atheros Communicatiuons (ATHR), Kraft Foods (KFT) e Gilead Sciences (GILD), fra le altre, pubblicheranno i risultati trimestrali.

Domani mattina, saranno pubblicati i dati sull’indice PMI di Chicago, sulla fiducia dei consumatori e alle 14:15 sara’ annunciata la decisione della Fed. sui tassi.

POSIZIONI RIALZISTE:

HON (APERTA IL 21/12 A $38.00; ATTUALE $37.88; PERF. –0.32%)

LSCC (APERTA IL 29/12 A $4.36; CHIUSA IL 25/1 A $4.94; PERF. +13.30%)

RFMD (APERTA IL 29/12 A $5.58; CHIUSA IL 25/1 A $7.33; PERF. +31.86%)

SSTI (APERTA IL 29/12 A $5.16; ATTUALE $4.85; PERF. –6.01%)

ZL (APERTA IL 29/12 A $2.02; ATTUALE $2.24; PERF. +10.89%)

NASI (APERTA IL 29/12 A $2.0; ATTUALE $1.93; PERF. –3.50%)

FILE (APERTA IL 25/1 A $27.35; ATTUALE $28.16; PERF +2.96%)

BORSA: WALL STREET CAUTA IN ATTESA FED; SU PETROLIFERI/ANSA

Avvio di settimana positivo a Wall Street con gli indici che segnano cauti rialzi trainati dai guadagni dei titoli energetici. A spingere il comparto, che sale del 2%, è la brillante trimestrale di Exxon Mobil che archivia un 2005 con profitti da record nella storia della Corporate America. Ma a frenare gli entusiasmi è l’attesa di un nuovo innalzamento dei tassi d’interesse da parte della Federal Reserve cui si è aggiunta a metà seduta l’accelerazione dei prezzi petroliferi.

Domani, appare scontato che nella riunione del Federal Open Market Committee della Fed – l’ultima sotto la presidenza di Alan Greenspan che lascerà il testimone a Ben Bernanke – verrà varata la quattordicesima stretta consecutiva portando i Fed Funds al 4,50%. Una prospettiva che sta tenendo sotto pressione i finanziari, Bank of America in testa, tenuto conto che negli ultimi giorni si sono rafforzate le aspettative di una ulteriore stretta a marzo che porterebbe i tassi al 4,75%. Proprio oggi il mercato ha incassato la buona tenuta dei consumi degli americani saliti a dicembre oltre le previsioni (+0,9%), mentre i redditi sono cresciuti dello 0,4%.

Quanto all’inflazione calcolata sulla base dei beni e servizi acquistati dai consumatori ha registrato, al netto delle componenti alimentare e petrolio, un incremento dello 0,1% mensile e per l’ intero 2005 una crescita dell’ 1,9%. L’attenzione del mercato è ora tutta concentrata sul documento che accompagna di consueto le decisioni di politica monetaria per verificare se la banca centrale americana è intenzionata a proseguire la manovra rialzista.

Exxon Mobil guadagna il 4% a 63,75 dollari per azione, per la migliore performance del Dow Jones. A premiare il titolo la forte crescita degli utili nel quarto trimestre che ha fatto archiviare un 2005 con utili record a 36,1 miliardi di dollari. Nello stesso settore va bene Halliburton (+2,41 dollari a 81,34 dollari) dopo che la società ha annunciato il progetto di una Ipo per la sua divisione KBR.

Il buon andamento dei consumi negli Usa premia la grande distribuzione con Wal Mart in rialzo di un dollaro a 46,84 dollari. Soffrono invece i finanziari: il settore cede lo 0,6% alla vigilia di una nuova stretta monetaria e vede Bank Of America in calo di 34 cents a 44,46 dollari. Male Eastman Kodak (-70 cents a 25,67 dollari) che paga conti in rosso per il quinto trimestre di fila. Utili deludenti pesano anche sulla casa farmaceutica Schering-Ploug che lascia sul terreno 36 cents a 19,72 dollari.

Attorno alle 19, ora italiana, il Dow Jones segna +0,04% a 10.911,93 punti; il Nasdaq composite avanza dello 0,29% a 2.310,94 punti e lo S&P 500 è in progresso dello 0,20% a 1.286,33 punti.