Wall Street a due velocità, pesano dati vendite

11 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La borsa di Wall Street taglia il traguardo della metà seduta con gli indici a due velocità, in una giornata caratterizzata da alti e bassi. Molto contrastati anche i principali dati macro diffusi oggi. Da una parte le vendite al dettaglio di maggio sono scese per la prima volta in otto mesi al ritmo più veloce dal maggio del 2009, a dispetto degli analisti che si attendevano un leggero aumento. Dall’altra, però, l’indice dell’Università del Michigan che misura la fiducia dei consumatori è cresciuto a giugno oltre le attese e ai massimi da gennaio del 2008. A questo punto la conclusione è che probabilmente vi è stato un rallentamento dei consumi nei mesi precedenti, ma adesso gli statunitensi hanno di nuovo voglia di spendere. Solo i report a venire scioglieranno probabilmente l’annosa questione. Nel frattempo le scorte industriali sono salite ad un ritmo più moderato di quanto si attendevano gli analisti. Il clima di stand-by che sembra prevalere oggi ha nuovamente dato appeal ai cosiddetti beni rifugio quali treasuries e dollari. In particolare, il biglietto verde è tornato a guadagnare posizioni nel pomeriggio nei confronti dell’euro, con il cross euro/dollaro a 1,2070, ben lontano dai massimi toccati prima dell’opening bell. In pausa di riflessione anche il petrolio che si porta a 73,55 dollari al barile. A circa tre ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni l’S&P500 lima lo 0,31%, il Doe Jones lo 0,36%. Positivo il Nasdaq con un +0,26%.