WALL ST: UTILI SCHIACCIANO DOW, NASDAQ SU PARITA’

26 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il Dow Jones e’ in calo a meta’ mattinata, trascinato da Hewlett-Packard (HWP – Nyse), mentre il Nasdaq oscilla intorno alla parita’.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Hewlett-Packard ha annunciato il prossimo licenziamento di circa 6.000 dipendenti ed ha dichiarato che il fatturato relativo al secondo trimestre dell’anno, il suo terzo fiscale, sara’ inferiore a quanto precedentemente annunciato.

La societa’ ha ammesso di risentire delle condizioni dell’economia globale e della debolezza delle spese in high tech.

“Le economie mondiali continuano a rimanere deboli mano a mano che andiamo avanti nel trimestre – ha detto Carly Fiorina, presidente e amministratore delegato del gruppo.

Gli investitori sono concentrati sugli utili societari pubblicati tra mercoledi’ dopo la chiusura dei mercati e questa mattina, mentre aleggia un clima di sconforto, innescato anche da Compaq (CPQ – Nyse), che ha pubblicato mercoledi’ dopo la chiusura dei mercati la sua trimestrale.

Il gruppo, nonostante abbia rivelato risultati in linea con le attese di Wall Street, ha tuttavia ridotto le stime sul fatturato e sull’utile per azione del terzo trimestre.

Brutte notizie anche dal gruppo biotech Celera Genomics Group (CRA – Nyse), che ha annunciato per il secondo trimestre dell’anno, il suo quarto fiscale, una perdita netta di $34,5 milioni, pari a 56 centesimi per azione, contro i $24,9 milioni, o 43 centesimi per azione, dello stesso periodo del 2000.

Gli analisti avevano previsto una perdita di 54 centesimi per azione (consensus First Call/Thomson Financial).

Il fatturato della societa’, nota per aver completato la mappatura genetica umana, e’ aumentato a $27,4 milioni da $15,0 milioni e dovrebbe crescere del 40%-50% per l’anno fiscale corrente.

Non sembrano aiutare gli utili superiori alle attese degli analisti di Wall Street pubblicati da Viacom (VIA – Nyse), il colosso media che controlla il canale televisivo musicale MTV.

La societa’ ha poi aggiunto che continuera’ ad avere performance superiori a quelle medie del settore nel 2001.

Dow Chemical Co. (DOW – Nyse), il secondo gruppo chimico negli Stati Uniti, ha registrato per il secondo trimestre dell’anno, utili netti in calo del 57% sull’anno, risentendo del rallentamento dell’economia, degli alti prezzi energetici e del tonfo nelle divisioni di prodotti chimici e plastici.

Non sembra essere di sostegno neppure il rialzo di Corning (GLW – Nasdaq), uno dei primi produttori di fibre e cavi per reti ottiche al mondo, dopo aver pubblicato una trimestrale che ha superato le aspettative.

Sul fronte macroeconomico, l’indice che misura il costo del lavoro negli Stati Uniti (employment cost index) ha registrato nel secondo trimestre del 2001 un incremento dello 0,9%. Un sondaggio condotto dall’agenzia di stampa Dow Jones insieme al canale televisivo CNBC tra 17 economisti aveva ipotizzato per il secondo trimestre un rialzo dell’1%.

Gli ordini dei beni durevoli negli Stati Uniti sono scesi in giugno del 2%, mentre un sondaggio condotto dalla rete televisiva CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones rivela che gli economisti a Wall Street si attendevano un calo del 2,2%.

Infine, il numero dei sussidi di disoccupazione e’ sceso la scorsa settimana di 51.000 unita’, a quota 366.000, segnando il calo piu’ significativo dal mese di marzo. Il numero totale dei disoccupati che ricevono aiuti governativi e’ sceso di 17.000 unita’ a 308.7000, rimanendo pero’ al di sopra dei tre milioni, segnalando che i lavoratori continuano ad avere difficolta’ a trovare lavoro.