WALL ST: TRIPLETTA VINCENTE, UTILI, MACRO, GREGGIO

26 Aprile 2006, di Redazione Wall Street Italia

La seduta di borsa di Wall Street si e’ chiusa con gli indici positivi, con il Dow Jones piu’ tonico rispetto agli altri listini. L’indice industriale e’ avanzato dello 0.63% a 11354, l’S&P500 dello 0.28% a 1305, il Nasdaq ha segnato un rialzo dello 0.14% a 2333.

Nonostante i forti dati macro comunicati in giornata e il Beige Book della Fed, che ha sottolineato il buon momento dell’economia a stelle e strisce (elementi che potrebbero indicare una continuazione dell’aumento del costo del denaro), gli operatori hanno ripreso gli acquisti sull’azionario, forti delle robuste trimestrali aziendali e del ritracciamento del greggio.

Nel mese di marzo, gli ordini di beni durevoli hanno registrato un balzo del 6.1%, registrando il maggiore incremento dell’anno, spinti dall’elevata richiesta di velivoli aerei, macchinari e strumenti elettronici. L’indicatore e’ risultato nettamente superiore alle attese degli analisti che avevano previsto un aumento dell’1.8%.

In netta ripresa e’ risultato anche il comparto immobiliare. Dopo il crollo del mese precedente, le vendite di case nuove hanno registrato un incremento del 13.8%, superando il consensus del mercato.

I dati hanno spinto al rialzo anche i tassi sui titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ schizzato al 5.105% dal 5.07% della chiusura di martedi’, dopo aver toccato, durante le contrattazioni, un massimo intraday del 5.12%, maggior livello dal giugno 2002.

Gli operatori danno per scontato un aumento dei fed funds nel prossimo meeting della Fed che si terra’ a maggio, e sono aumentate al 66% le possibilita’ che Bernanke & Co possano optare per un ulteriore rialzo anche nell’incontro di giugno. Ricordiamo che al momento i tassi d’interesse sono al 4.75%.

Intanto continuano a defluire buone notizie dal fronte societario. Il colosso aerospaziale Boeing, la societa’ retail online, Amazon.com, e il gigante delle bibite PepsiCo hanno riportato risultati superiori alle attese. Circa il 70% delle 220 aziende facenti parte dell’indice S&P500 che hanno comunicato gli utili fino a questo momento hanno battuto le stime degli analisti.

Tra gli altri titoli, bene il colosso dell’auto General Motors, avanzato di oltre l’8% dopo essere stato oggetto di un upgrade da parte degli analisti di Merrill Lynch, in base alle buone prospettive sul piano di ristrutturazione dell’azienda.

In netto progresso il settore telecom, trascinato dalla brillante trimestrale di RF Micro Devices, societa’ sviluppatrice di circuiti integrati applicati all’interno dei telefoni cellulari. Il titolo Nokia, azienda leader nel comparto della telefonia mobile, e’ cresciuto dell’1%, +0.8% per la rivale Motorola.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in flessione il greggio a causa del dato superiore alle attese, relativo alle scorte settimanali. I futures con consegna giugno sono arretrati di 95 centesimi a quota $71.93 al barile. In forte progresso l’oro. I contratti con scadenza giugno hanno segnato un avanzamento di $7.80 a $642.00 all’oncia. Sul valutario, euro ancora in progresso sul dollaro. Il cambio, nel tardo pomeriggio di mercoledi’ a New York, e ‘ a quota 1.2450.