WALL ST TENTA IL RISCATTO, FOCUS SULL’IMMOBILIARE

4 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dal suono della campanella i contratti sui principali indici borsistici continuano a scambiare appesi alla parita’(vedi quotazioni a fondo pagina).

Oggi l’attenzione e’ rivolta ai dati macro. Ad aprire le danze, quello sui sussidi di disoccupazione: nella settimana terminata lo scorso 27 febbraio e’ stato registrato un calo a 469.000, meglio di quanto atteso dal mercato. Contemporaneamente e’ stata pubblicata la lettura finale della produttivita’ nel quarto trimestre. La revisione e’ superiore alle stime. Gli altri dati in calendario oggi riguardano ordini alle fabbriche e vendite di case con contratti in corso (alle 16:00 ora italiana).

Attenzione alle banche centrali. BoE e Bce lasciano invariato il costo del denaro mentre cresce l’attesa per la riunione della Fed del prossimo 16 marzo, la cui decisione non sembra affatto improntata all’unanimita’. Intanto il numero uno dell’Eurotower Trichet ha definito convincenti le decisioni prese dal governo greco per sanare le proprie finanze. E’ “assurda” l’ipotesi di un uscita di Atene dall’Eurozona, ha aggiunto. L’attenzione degli operatori e’ focalizzata sull’asta di titoli di stato messa a punto dal paese, che ricorre al mercato per raccogliere fondi.

Fari puntati dal settore retail. Il brutto tempo che ha toccato molte citta’ americane nel mese di febbraio (il piu’ innevato dagli anni settanta e il piu’ freddo in oltre venti anni) ha forse limitato gli acquisti di molti consumatori, che hanno preferito stare a casa. Ma quelli piu’ tenaci hanno permesso ad alcuni brand di mettere a segno vendite superiori alle stime. E’ il caso di Limited Brands (+10%), Wet Seal, Buckle e Hot Topic. Urban Outfitters non ha rilasciato numeri ma ha riferito che le vendite sono superiori rispetto a quelle di fine anno. Tra gli altri, Macy’s ha registrato un +3.7% American Eagle una crescita del 6%, Nordstrom un +10%, Ross Stores un +11% e J. C. Penney un +1.2%. A febbraio, i negozi aperti da almeno un anno dovrebbero registrare vendite in crescita del 2.9% contro un declino del 4.7% di un anno prima.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Sul fronte societario, buone notizie er gli azionisti del gigande della grande distribuzione Wal Mart, che ha alzato la cedola dell’11%. Coca Cola e’ stata promossa da Ubs a Buy da Neutral: l’incertezza legata all’acquisizione della societa’ che imbottiglia la famosa bibita crea un interessante livello per acquistare il titolo. La stessa casa d’affari svizzera promuove Boeing a Neutral da Sell. Disney e’ il titolo preferito nel comparto media e entertainment dagli analisti di Bank of America: giudizio Buy da Neutral.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio si mantengono sopra gli $80. I futures con consegna aprile cedono $0.10 attestandosi a quota $80.77 al barile. Sul valutario la moneta unica scivola leggermente(-0.28%) a $1.3658. L’oro perde $4.30 a quota $1139.00 l’oncia. Quanto ai Titoli di Stato, il rendimento sul benchmark decennale si attesta al 3.63%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 avanza di 2.40 punti (+0.21%) a 1121.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 recupera 5 punti (+0.27%) a 1121.

Il contratto sull’indice Dow Jones avanza di 25 punti (+0.24%) a 10412.