WALL ST. SUI MASSIMI DI 13 MESI SPINTA DAI CONSUMI

16 Novembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

I listini azionari americani tagliano il traguado di meta’ seduta estendendo il rally globale e spingendo l’indice Standard & Poor’s 500 sui massimi di 13 mesi. Le vendite al dettaglio sono cresciute in maniera superiore alle attese e i leader dei governi asiatici hanno promesso che si impegneranno a mantenere in vigore le iniziative di rialncio della crescita economia.

Nel frattempo prosegue la fase no del dollaro, i cui ribassi favoriscono un rincaro delle materie prime. Il settore energetico balza piu’ di ogni altro nell’S&P 500 dopo che i prezzi del petrolio hanno rimbalzato dai livelli piu’ bassi di un mese.

Tra le singole prove migliori, Nordstrom avanza del 3.2% dopo che Goldman Sachs ha reso noto che la catena di negozi trarra’ beneficio dalla ripresa delle spese dei consumatori. Molto richieste anche Polo Ralph Lauren e Saks, dopo che Washington ha annunciato che le vendite al dettaglio sono aumentate dell’1.4% nel mese scorso, un risultato superiore alle attese degli economisti.

Non correre il rischio di perdere il rialzo di Wall Street. Guadagna con INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa meno di un caffe’, solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

“Qualsiasi buona notizia in materia di consumi negli Stati Uniti sara’ sempre accolta con favore dal mercato”, osserva Kevin Divney, chief investment officer di Beaconcrest Capital Management, aggiungendo che “il focus e’ sempre concentrato sul settore in questo periodo dell’anno quando si avvicina la stagione delle festivita’ natalizie”.

Restando in ambito macroeconomico, l’attivita’ manifatturiera dell’area di New York si e’ contratta piu’ delle attese in novembre, scendendo dai livelli record toccati il mese precedente. Allo stesso tempo le scorte di magazzino sono calate, ma meno del previsto. Ora gli occhi saranno puntati sull’intervento del numero uno della Fed Ben Bernanke.

I listini americani vengono da due settimane positive consecutive, dopo che il Gruppo dei 20 Paesi Industrializzati ha concordato nel mantenere in atto le misure di stimolo della crescita economica, fino a quando la situazione non si sara’ definitivamente stabilizzata. A risollevare il morale degli investitori ci hanno pensato anche i risultati societari migliori delle stime di colossi del calibro di Wal-Mart Stores e Walt Disney.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Coal-KOL +4.0%, Silver-SLV +3.9%, Natural Gas-UNG +3.9%, Regional Banks-KRE +3.8%, Steel-SLX +3.7%, Base Metals-DBB +3.5%, Global Shippers-SEA +3.5% e Solar Energy-TAN +3.3%. Tra i piu’ forti ribassi: Volatility-VXX -2.1%.

Alle 18:45 circa il volume di scambio e’ di 519 milioni di pezzi al NYSE e 952 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 2456 a 521 al Nyse e 2016 a 614 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 295 a 1 al NYSE e 140 a 12 al Nasdaq.