WALL ST. SI RAFFORZA DOPO IL RAPPORTO DELL’ISM

3 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il mercato americano si avvicina al giro di boa in buon rialzo, favorito dalle ultime cifre pubblicate dal fronte economico. Il settore terziario statunitense e’ migliorato piu’ del previsto in febbraio, spingendo il Dow Jones in progresso di 50 punti circa.

Sul paniere delle blue chip si mette in luce l’azienda farmaceutica Merck (+0.9%), il colosso dell’alluminio Alcoa (+1.5%) e la societa’ di ingegneri aerospaziale United Technologies (+0.5%). Schiacciate in fondo al listino sono invece Pfizer, Wal-Mart e P&G.

In ambito macro, buone notizie sono giunte anche dal mercato del lavoro. Il rapporto ADP e’ risultato in linea con le stime. Il settore privato Usa ha perso 20 mila posti in febbraio contro i 60 mila bruciati in gennaio (dato rivisto da -22 mila). Venerdi’ il governo annuncera’ le cifre relative al rapporto mensile sull’occupazione, da cui ci attende un tasso di disoccupazione al 9.8% e la perdita di 20 mila posti di lavoro.

L’ISM dei servizi e’ invece risultato pari a 53 punti, un livello piu’ alto delle stime. Ora il focus del mercato si spostera’ sul Beige Book della Fed, previsto alle 20 italiane, un’ora dopo l’intervento di Lockhart, presidente della Fed di Atlanta.

Nel frattempo la Grecia ha annunciato un piano per apportare nuovi tagli di bilancio, pari a 4.8 miliardi di euro ($6.6 miliardi). Tra le misure previste, figurano un innalzamento delle tasse e la riduzione degli stipendi per i didendenti statali. I leader dell’Unione Europea hanno esortato Atene a diminuire ulteriormente il debito prima di affidarsi agli eventuali aiuti del blocco Ue.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Pfizer paga le notizie secondo cui il farmaco per curare i casi di Alzheimer di sua produzione, in collaborazione con Medivation (-67%), non ha raggiunto gli obiettivi sperati.

Goldman Sachs scambia intorno alla parita’, facendo peggio del settore, dopo che l’analista di Rochdale Securities Dick Bove ha ridotto le sue previsioni per la banca d’affari, citando la debole perfomance delle attivita’ di trading.