WALL ST: SEDUTA ALL’INSEGNA DELLA VOLATILITA’

21 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

I mercati Usa chiudono in rialzo una seduta trascorsa all’insegna della volatilita’, con gli indici che hanno piu’ volte invertito la tendenza nel corso della giornata.

Cio’ non ha comunque impedito al Nasdaq di riportarsi sopra la soglia psicologica dei 1.400 punti. A trainare l’indice high-tech sono state le ottime performance di networking (NWX), semiconduttori (SOX), biotech (BTK) e software (GSO).

Il Nasdaq ha chiuso a 1.409,24 (+2,37%)
Il Dow Jones a 8.957,02 (+0,96%)
L’S&P 500 a 949,36 (+1,27%)

Secondo Abby Joseph Cohen, chief investment strategist di Goldman Sachs, gli investitori devono puntare sull’azionario adesso, sfruttando al meglio la riluttanza di alcuni risparmiatori. Il guru raccomanda di muoversi ora, perche’ molte situazioni che hanno pesato sui mercati nell’ultimo periodo, come le preoccupazioni sul rallentamento della crescita economica, sulla ripresa dei profitti delle aziende e sulle tensioni geopolitiche, saranno risolte presto.

Previsioni positive anche da parte di Subodh Kumar, chief investment strategist di CIBC World Markets, secondo cui il mercato si sta stabilizzando. “Siamo all’inizio di un nuovo ciclo”, osserva l’analista, che raccomanda ai clienti l’acquisto di industriali, bancari, sanitari e high-tech.

Dichiarazioni non troppo positive erano arrivate in mattinata da Michael Moskow, presidente della Fed di Chicago, secondo cui la crescita economica Usa e’ ”discontinua” e continuera’ ad esserlo nei prossimi mesi. Il Paese America – ha spiegato Moskow – si muove su un sentiero ”accidentato”: continua a crescere, ma in maniera irregolare.

A LIVELLO SETTORIALE

Continua la corsa al rialzo dei SEMICONDUTTORI (SOX), nonostante il secondo calo consecutivo del book-to bill (il rapporto tra nuovi ordini e consegne di infrastrutture per chip) e la successiva nota negativa di Lehman Brothers. Bene Intel (INTC – Nasdaq), che snobba la nota negativa della banca d’affari SG Cowen, che citando la mancanza di una “normale” ripresa della domanda ha tagliato le stime sul fatturato del terzo trimestre dell’azienda.

Deboli i FINANZIARI (indici di riferimento DJ_FIN e DJ_SCR) dopo che il broker Salomon Smith Barney (C – Nyse) ha rivisto al ribasso i rating di molti concorrenti, tra cui Merrill Lynch (MER – Nyse), Lehman Brothers (LEH – Nyse) e Morgan Stanley (MWD – Nyse).

Prosegue il buon momento dei titoli RETAIL (DJ_RTS), che hanno snobbato la nota prudente di UBS Warburg.

Riflettori accesi sui WIRELESS (YLS). Euforia sul titolo del colosso dei cellulari svedese Ericsson (ERICY – Nasdaq), al centro di speculazioni di vario tipo.

Per avere tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER