Società

WALL ST: SCATTANO LE VENDITE SUI LISTINI USA

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________
La sessione di oggi si e’ aperta in leggero denaro, ma poco dopo i maggiori indici hanno invertito tendenza. Il prezzo del greggio continua comunque ad essere sotto i $54 al barile.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in rialzo di 35 punti a 10522, il Nasdaq è in denaro di 9 punti a 2008 e l’S&P500 sta guadagnando 4 punto a 1188.
Si stanno distinguendo in negativo i settori trasporti, “utilities”, energia, finanziari, biotecnologia e “retail”.
Le letture del rapporto “put-call” sono elevate: 226% alle 10:00 e 218% alle 11:00.

L’indice VIX si trova al livello di 11.68. L’indice ”advance/decline” sta facendo registrare una lettura di -1100. I volumi sul NYSE sono di 563 milioni di titoli scambiati.

L’indice Dow Jones si e’ nuovamente allontanato dall’area di supporto compresa fra 10400 e 10330, chiudendo a quota 10546. Il Nasdaq ha chiuso invece oltre l’importante livello tecnico di 2000 a quota 2018. Il prossimo livello di supporto per il Nasdaq corrisponde a 2008.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, tra le nostre posizioni, spiccano i titoli di USNA +1.4%, IMAX +0.8% e MERQ +1%. In ribasso invece GILD –1.2%, CHK –1.5%, YHOO –0.4% e THQI –0.5%. Infine, NVLS e AU sono pressoche’ invariati

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Lunedi’ mattina, non saranno pubblicati dati.

POSIZIONI RIALZISTE:

GILD (APERTA IL 27/9 A $35.80; ATTUALE $37.40; PERF +4.47%)

NVLS (APERTA IL 3/12 A $29.40; ATTUALE $27.09; PERF –7.86%)

YHOO (APERTA IL 13/12 A $37.65; ATTUALE $34.94; PERF –7.20%)

THQI (APERTA IL 25/2 A $27.10; ATTUALE $28.90; PERF +6.64%)

IMAX (APERTA IL 11/3 A $10.22; ATTUALE $9.92; PERF –2.94%)

CHK (APERTA IL 17/3 A $22.35; ATTUALE $21.44; PERF –4.07%)

USNA (APERTA IL 21/3 A $45.0; ATTUALE $47.28; PERF +5.07%)

MERQ (APERTA IL 24/3 A $46.55; ATTUALE $46.30; PERF –0.54%)

HANS (APERTA IL 24/3 A $53.40; CHIUSA IL 6/4 A $61.10; PERF +15.54%)

AU (APERTA IL 7/4 A $35.12; ATTUALE $34.93; PERF –0.54%)

POSIZIONI RIBASSISTE:

FRE (APERTA IL 16/3 A $65.98; CHIUSA IL 23/3 A $63.25; PERF +4.14%)

WGO (APERTA IL 18/3 A $32.38; CHIUSA IL 1/ 4 A $31.55; PERF. +2.56%)

MBI (APERTA IL 21/3 A $57.60; CHIUSA IL 23/3 A $56.45; PERF +2%)

BORSA: NEW YORK; SEDUTA IN CALO CON PETROLIFERI/ANSA

ROMA, 8 apr – In una giornata priva di dati macroeconomici, la Borsa statunitense sembra voler oggi replicare il copione più o meno sbiadito delle ultime sedute, con gli indici che presentano variazioni contenute, oggi di segno negativo come conseguenza del ribasso del prezzo del petrolio.

Il ridimesionamento delle quotazioni del greggio infatti in questo caso non ha sostenuto il mercato azionario, penalizzando al contrario il gettonato comparto ‘oil’. Questo il succo della seduta borsistica a New York fino a questo momento, con i titoli enegetici che complessivamente cedono l’ 1%, in quanto il prezzo del greggio è sceso a New York di un altro 1,6%, a 53,25 dollari.

Più in dettaglio, Exxon Mobil cede 65 cents, a 60,2 dollari, mentre ChevronTexaco è in ribasso di 57 cents, a 57,39 dollari. Nel comparto dell’ acciaio, in frenata U.S. Steel, che perde il 2,8% a 48,93 dollari, il calo di maggiore consistenza fra i titoli dello S&P 500. Tutto questo a seguito dei giudizi espressi da un analista di CIBC World Markets, John Novak, secondo cui l’ industria siderurgica si trova di fronte alla prospettiva di un ridimensionamento dei prezzi e quindi dei profitti.

A sua volta nello stesso settore Nucor arretra di 1,66 dollari, a 55,64. Nel settore dei media, Time Warner guadagna 27 cents, a 18,15 dollari, e Comcast 43 cents, a 33,71 dollari, dopo che secondo indiscrezioni attendibili i due Gruppi hanno raggiunto un accordo per acquisire Adelphia Communications, per un controvalore di 18 miliardi di dollari fra contanti ed azioni.

Fra gli altri titoli, Accenture (consulenza) cede 1,14 dollari, a 24,16 dollari, in quanto l’ utile annuale, al netto di alcune componenti eccezionali, dovrebbe aggirarsi fra 1,38-1,42 dollari ad azione, sotto le attese degli analisti.

Fra i tecnologici, Ariba (azienda che produce software utilizzato dalla aziende per la gestione dei costi) perde 55 cents, a 6,63 dollari, penalizzata dal fatto che l’ utile trimestrale è risultato pari ad otto cents per azione, contro i nove cents attesi dagli addetti ai lavori.

Sempre fra i titoli hi-tech, tonfo per Blue Coat Systems, produttore di software usato per filtrare il traffico via Internet, che è in ribasso del 13% a 21,05 dollari, dopo la notizia relativa all’ apertura da parte della Sec – organo di vigilanza sulla Borsa statunitense – di un procedimento formale a carico della società.

Constellation Brands, maggiore produttore mondiale di vini, avanza invece di 3,17 dollari, a 57,64 dollari, in quanto i profitti, al netto di alcuni costi eccezionali, nel trimestre sono stati di 62 cents per azione, contro i 58 cents previsti dagli analisti.

Infine, USf Corporation, la società di autotrasporto locale che è stata acquisita da Yellow Roadway, è in calo di 1,85 dollari, a 46,65 dollari, in quanto i profitti nei primi tre mesi sono diminuiti di oltre la metà. A sua volta Yellow Roadway perde 2,4 dollari, a 56,74.

Attorno alle 18.00 ora italiana l’ indice dow Jones perde lo 0,49% a 10.495,04 punti, il Nasdaq composite lo 0,54% a 2.007,9 e lo S&P 500 lo 0,42% a 1.186,09.(ANSA).