WALL ST. SALE GRAZIE A ECONOMIA E NEWS SOCIETARIE

19 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ seduta gli indici azionari americani sono in leggero rialzo, sostenuti dalle notizie positive giunte sia dal fronte macroeconomico che societario.

Il Dow Jones guadagna lo 0,32% a quota 9654, l’S&P500 lo 0,36% a 1037 e il Nasdaq lo 0,36% a 1888 punti.

Una ventata di ottimismo l’ha portata in mattinata il dato di ottobre sui nuovi cantieri edili, a conferma della solidita’ del mercato immobiliare Usa. L’indicatore ha registrato un incremento del 2,9% attestandosi a quota 1,96 milioni, il livello piu’ elevato dal 1986.

Per quanto riguarda il fronte societario, il broker Charles Schwab ha annunciato che acquistera’ la societa’ di ricerca Soundview Technology per $317 milioni in contanti. La conglomerata industriale General Electric nel 2004 effettuera’ un’Ipo delle divisioni assicurative e di mutui ipotecari e ha aumentato la quota dei dividendi trimestrali del 5%. In buon rialzo, inoltre i colossi dell’hi-tech Microsoft, Intel, Apple e Hewlett-Packard. Quest’ultima pubblichera’ i risultati trimestrali questa sera, dopo la dopo la chiusura della borsa.

Tra i peggiori del Dow Jones si segnalano Merck, SBC Communications e Alcoa. In rosso anche l’operatore telefonico AT&T Wireless, dopo il downgrade di una banca d’affari e l’annuncio di un taglio all’organico del 10%.

Passando agli altri mercati, hanno invertito la rotta i titoli di Stato, passati in territorio negativo dopo il buon andamento in avvio di seduta. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4,194% dal 4,167% della chiusura di ieri.

In calo la quotazione dell’oro, che cede $2,10 a $394,60 all’oncia. Sui mercati asiatici ed europeo il metallo prezioso nel corso della notte si era spinto oltre la barriera dei $400: non accadeva dal 1996. In ribasso anche il petrolio, con il future di dicembre che cede 48 centesimi a $32,80 al barile.

Il dollaro, infine, ha recuperato terreno nei confronti dell’euro, dopo aver raggiunto i minimi storici nella giornata di ieri: il cambio tra le due valute al momento e’ a quota 1,1900 (da Target News, in tempo reale per gli abbonati a INSIDER).