WALL ST.: RIPRENDE LA CORSA DEI LISTINI AZIONARI

18 Dicembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta di borsa molto positiva per i listini americani, che hanno ripreso la via dei rialzi sulla spinta dalle buone notizie dal fronte economico e societario. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0.61% a 1`0175, l’S&P500 lo 0.56% a 1075 e il Nasdaq l’1.20% a 1992.

La ventata di ottimismo e’ partita prima dell’apertura degli scambi con le cifre sulle nuove richieste dei sussidi di disoccupazione. Il dato la settimana scorsa e’ sceso di 22,000 unita’ a quota 353.000. Gli economisti si aspettavano un calo di 8.000. Ricordiamo che una cifra inferiore alle 400.000 untita’ indica espansione del mercato del lavoro.

In linea con le attese il Superindice, l’indicatore che fornisce una previsione sull’attivita’ economica americana, che a novembre e’ cresciuto dello 0.3% a 114.2 punti.

Il Phialadelphia Fed, l’indice che misura l’andamento del comparto manifatturiero nell’area di Phialadelphia, a dicebre e’ schizzato a quota 32.1 contro i 25 punti stimato dagli economisti.

Sul fronte societario, hanno alimentato il buonumore degli investitori i giudizi favorevoli delle banche d’affari sulle blue chip American Express, Wal-Mart e Honeywell, oggi tra le migliori del Dow Jones. A livello di settori, in netto progresso Semiconduttori, Hardware e Internet.

Passando agli altri mercati, prosegue la discesa del dollaro nei confronti dell’euro. Nel tardo pomeriggio di giovedi’ a New York il cambio tra le due valute e’ a quota 1.2432. Hanno guadagnato terreno i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni ha chiuso al 4.141% contro il 4.189% della chiusura di mercoledi’.

In calo il prezzo dell’oro, dopo aver raggiunto i massimi di otto anni nel corso della seduta di ieri a $413 all’oncia. Il future con scadenza febbraio si e’ attestato a $411.10 all’oncia (-$1.60). Il petrolio, infine, ha guadagnato 47 centesimi a $33.82, ai nuovi massimi di nove mesi.