Società

WALL ST: RESTA IL CAUTO OTTIMISMO A META’ SEDUTA

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

Dopo il rialzo di ieri, la sessione di oggi si e’ aperta denaro. Il dato macro sulle vendite di nuove case e’ salito del 4.6% per il mese di maggio. Phelps Dodge (PD) ha annunciato l’acquisto di Inco e Falconbridge per circa $40 miliardi. Johnson & Johnson (JNJ) acquisira’ invece l’unita’ “consumer” di Pfizer (PFE). Walgreen (WG) ha pubblicato risultati trimestrali superiori alle stime.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ invariato a 10989, il Nasdaq guadagna 5 punti a 2127 e l’S&P500 e’ invariato a 1245.
L’indice “advance/decline” sta facendo registrare una lettura di -300.
L’indice VIX e’ al livello di 16.22.
Positive le performances dei settori alluminio, acciaio, oro e tabacco; in ribasso invece prodotti agricoli e fertilizzanti.
I volumi sul NYSE sono di 608 milioni di titoli scambiati.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, FILE guadagna oltre l’1.5%, mentre SSTI perde lo 0.5%.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Domani mattina, saranno pubblicati i dati macro sulla fiducia dei consumatori e sulle vendite di case gia’ esistenti.

POSIZIONI RIALZISTE:

SSTI (APERTA IL 29/12 A $5.16; ATTUALE $3.54; PERF. –31.40%)

FILE (APERTA IL 25/1 A $27.35; ATTUALE $26.13; PERF -4.46%)

BORSA: W. STREET POSITIVA SU NOTIZIE MERGER, PFIZER OK/ANSA

Una serie di fusioni e acquisizioni di peso, per un controvalore di oltre 90 miliardi di dollari, riporta il sereno a Wall Street dopo due sedute di ribassi. Dall’Europa è giunta la notizia del sì di Arcelor alle nozze con Mittal che porta alla creazione del più grande gruppo siderurgico mondiale, mentre dagli stessi Usa sono arrivate le notizie dell’acquisto da parte del colosso minerario Phelps Dodge delle rivali Inco e Falconbridge per 40 miliardi di dollari e dell’annessione da parte di Johnson e Johnson dell’ unità di farmaci a largo consumo di Pfizer per 16,6 miliardi di dollari.

In questa atmosfera positiva è giunto, senza peraltro provocare grossi scossoni, anche il dato inaspettatamente brillante sulla compravendita di nuove case a maggio. Il dato allontana in parte timori sul fatto che il proseguire della strategia di stretta monetaria da parte della Federal Reserve rallenti la crescita economica ma, come osservano alcuni esperti, il mercato è ancora frenato dalla paura di nuovi rialzi dei tassi, tanto più a due giorni dalla riunione della Federal Reserve in cui si dà per scontato un ritocco all’insù del costo del denaro che potrebbe essere anche di 50 punti base.

Guardando all’andamento dei singoli titoli, si segnalano i guadagni del comparto minerario, sanitario ed edile. Il sottoindice dei costruttori all’interno dello S&P 500 sale del 2,2%. Il colosso dell’edilizia D.R. Horton guadagna 59 cents, a 24,25 dollari: Lennar, avanza di 96 cents, a 45,50 dollari, pur dopo aver tagliato le stime sugli utili per il resto dell’anno. Johnson & Johnson lascia sul terreno 1,67 dollari, a 59,65 dollari dopo la notizia dell’acquisizione della linea di Pfizer che conta prodotti da banco quali il Sudafed per la cura del raffreddore e il colluttorio Listerine. Pfizer da parte sua guadagna 61 cents, a 23,25 dollari. Scivolone per la big del rame Phelps Dodge dopo la notizia dell’acquisizione delle rivali Inco, secondo maggior produttore mondiale di nickel, e Falconbridge, compagnia mineraria canadese.

Phelps perde l’8,5%, a 75,92 dollari, risultando la maglia nera dello S&P 500. Per quanto riguarda le nozze d’oro nel comparto siderurgico tra i giganti Mittal e Arcelor, il titolo del gruppo anglo-indiano dopo aver ottenuto il sì del Board di Arcelor alla sua offerta da 30 miliardi di dollari cede 2,17 dollari,a 30 dollari. Giornata-no, invece, per i produttori di apparati sanitari dopo la notizia che le autorità regolatorie del settore hanno avvito un’inchiesta sui produttori di protesi Zimmer e Biomet per violazioni delle leggi antitrust: Zimnmer lascia sul terreno l’8,8%, a 57,48 dollari, e Biomet perde il 7,9%, a 32,23 dollari.

Quando sono trascorse due ore e mezza circa dall’avvio delle contrattazioni, questa la situazione dei principali indici della Borsa Usa: il Dow Jones sale dello 0,11% (11.000 punti), lo S&P 500 avanza dello 0,15% (1.246,34) e il Nasdaq guadagna lo 0,44% (2.130,81).