WALL ST: RALLY INIZIALE, RIMBALZO DAI MINIMI

18 Gennaio 2008, di Redazione Wall Street Italia

La seduta di borsa si e’ aperta con gli indici in forte rialzo a New York. Nei primi minuti di scambio il Dow Jones avanza dello 0.86% a 12263, l’S&P500 dello 0.48% a 1339, il Nasdaq guadagna lo 0.70% a 2373. A risollevare lo spirito a Wall Street sono la trimestrale della conglomerata industriale General Electric (GE) e l’outlook favorevole offerto dal colosso informatico IBM. I listini effettuano dunque un rimbalzo dopo le forti perdite degli ultimi giorni: i grafici tecnici suggeriscono che il comparto azionario si trova nella piu’ evidente condizione di ipervenduto degli ultimi 6 anni.

Il titolo IBM sale del 5.50% circa grazie alle stime offerte sull’anno fiscale 2008, nettamente superiori al consensus degli analisti. GE avanza del 3.13% supportato dai numeri diffusi negli ultimi minuti. Molti analisti restano pero’ scettici: “Si tratta di un ago nel pagliaio. Gli ultimi risultati dimostrano solo che ci sono alcune aziende che continuano a performare bene aiutate da un dollaro debole” ha affermato Rick Meckler, presidente di Libertyview Capital Management.

Sul mercato ci sono sempre opportunita’. E con news gratis, non le trovi. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Nell’arco della seduta il presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, offrira’ maggiori dettagli sul pacchetto di misure di stimolo proposto dalla Camera per sostenere l’economia. Tra i dati in calendario, grande attenzione sara’ riposta sul Superindice e sulla fiducia dei consumatori. Entrambi i dati saranno diffusi alle 16:00 ora italiana. Da notare che il mercato dei bond chiudera’ in anticipo in osservanza del Martin Luther King Day (lunedi’ prossimo). La scadenza delle options potrebbe contribuire ad accrescere la volatilita’.

Tra gli altri titoli, in buon progresso la societa’ di chip Advanced Micro Devices (AMD) dopo aver riportato una perdita trimestrale piu’ contenuta del previsto. Il titolo e’ schizzato di oltre il 7%.

Sugli altri mercati, in recupero il petrolio. I futures con consegna febbraio segnano al momento un progresso di $0.85 a $90.98 al barile. Sul valutario, l’euro e’ in leggero progresso rispetto al dollaro a quota 1.4655. L’oro avanza di $6.10 a $886.60 all’oncia. In calo i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.6580%.

parla di questo articolo nel Forum di WSI