WALL ST PROSEGUE DEBOLE,
GIU’ I SEMICONDUTTORI

4 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

A meno di due ore dalla chiusura delle contrattazioni, i mercati americani proseguono a due velocita’. Il Dow oscilla attorno alla parita’. Il Nasdaq e’ in netto ribasso, depresso dalla brutta performance dei semiconduttori dopo i risultati scoraggianti di Stmicroelectronics (STM – Nyse).

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Sul fronte macroeconomico, nel mese di marzo il tasso di disoccupazione si e’ attestato al 5,8%, contro il 5,9% previsto dal mercato. Gli investitori hanno cosi’ tirato un sospiro di sollievo, dal momento che le ultime indicazioni avevano fatto ipotizzare uno scenario decisamente peggiore. Ma il quadro generale non e’ affatto roseo. In particolare, nel settore non agricolo sono stati persi ben 108.000 posti di lavoro, contro i 40.000 stimati e i 357.000 persi nel mese di febbraio.

Inizia oggi, con la trimestrale della blue chip del Dow Jones Alcoa (AA – Nyse), i cui risultati saranno resi noti dopo la chiusura delle contrattazioni, la nuova stagione degli utili, e gli esperti sono concordi nel ritenere che non sara’ affatto buona. Secondo dati di Thomson Financial, le societa’ dell’S&P 500 dovrebbero aver registrato una crescita media degli utili dell’8,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il grosso, pero’, si concentrerebbe nel comparto petrolifero e del gas naturale, che incorporano il forte aumento registrato negli ultimi tempi dai prezzi del petrolio. Escludendo questo settore, infatti, i profitti dovrebbero registrare un incremento di appena l’1,8%.

Tra gli altri temi della seduta, da segnalare le previsioni sconfortanti di Steven Roach, chief economist di Morgan Stanley e bearish eccellente, secondo cui per l’economia mondiale c’e’ un forte rischio di recessione .

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.