WALL ST PRENDE LA PALLA AL BALZO GRAZIE A CISCO?

9 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo le grigie prospettive disegnate da John Chambers, Ceo di Cisco Systems (CSCO – Nasdaq) sul futuro della compagnia, Wall Street prosegue nel suo trend al ribasso.

In questo momento il Nasdaq sta arretrando del 2,40% pari a 2.145 punti, mentre il Dow Jones accusa una perdita dello 0,64% a 10.814 punti.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Non sono in pochi, tuttavia, a ritenere quanto Cisco sia alla fine una “buona scusa per vendere le azioni tecnologiche”.

“Abbiamo appena avuto sei buone settimane per il comparto high tech – ha affermato Peter Canelo, U.S. equity strategist di Morgan Stanley Dean Witter & Co. – gli investitori stanno ora approfittando delle cattive notizie per spostare i propri investimenti”.

Interpretazioni a parte, e’ indubbio il fatto che le dichiarazioni di Chambers sul futuro della compagnia accompagnate da un non proprio entusiasmante trimestrale abbiano inciso sull’ottimismo degli investitori su un pronto recupero dell’industria statunitense.

“Quello che abbiamo sperimentato in questi anni e’ la velocita’ a cui la new economy puo’ andare in entrambe le direzioni – ha proseguito Chambers – ma ora ci troviamo in un fosso piu’ profondo di quanto ci aspettassimo e ne imputiamo le cause all’andamento dell’economia e alla spesa dei capitali”.

Cisco ha poi prefigurato un fatturato per il secondo trimestre (il suo quarto fiscale) inferiore anche piu’ del 10% rispetto al primo trimestre.

“I risultati di Cisco hanno dimostrato che l’industria e’ ancora in una pessima forma”, ha detto Claude Schettgen di Dexia Financial Markets.

“Ci sono ancora ancora tanti punti interrogativi per gli investimenti a lungo termine – continua Schettgen – inoltre le prospettive di Cisco non sembrano migliorate e molti mercati forse non hanno ancora raggiunto il fondo”.

Nel frattempo, First Union ha espresso un downgrading ai danni di Cisco portandolo da “Buy” a “Market perform”.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore infrastrutture per le tlc:

Cisco (CSCO – Nasdaq) sta perdendo oltre il 7% dopo aver riportato nel primo trimestre una perdita netta di $2,7 miliardi. John Chambers, l’amministratore delegato della societa’, ha inoltre fatto sapere che non sarebbe sorpreso se la soceta’ mancasse gli obiettivi di bilancio previsti per il secondo trimestre, il suo quarto fiscale.
(Vedi Preborsa: Cisco -6% dopo utili e stime future )

Nel settore software:

Microsoft (MSFT – Nasdaq) sta cedendo oltre l’1,5%. La piu’ grande softwarehouse del mondo ha annunciato il lancio del nuovo sistema operativo Windows XP per il 25 ottobre prossimo. Gli analisti a Wall Street avevano anticipato la commercializzazione gia’ a settembre, in coincidenza con l’inizio delle scuole dopo la pausa estiva.

Nel settore computer:

Michael Dell, presidente di Dell Computer (DELL – Nasdaq), ritiene che il settore dei pc potrebbe riprendere la crescita verso la fine del 2001, terminando cosi’ il declino iniziato lo scorso anno. Nelle contrattazioni sta lasciando sul campo quasi il 2,5%.
(Vedi PC: Dell vede la ripresa verso la fine dell’anno)