WALL ST POSITIVA, INDICI AVANZANO DI SLANCIO

26 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo mezz’ora dall’apertura delle contrattazioni sulle borse USA, tutti gli indici si presentano col segno piu’, grazie al ritrovato ottimismo degli investitori per le sorti dei titoli tecnologici.

Ne risente positivamente anche l’indice Dow Jones, che dopo le sofferenze della settimana scorsa, oggi guadagna oltre l’1%.

Verificare in prima pagina aggiornamento indici in tempo reale.

Il mercato guarda con attenzione anche al Nasdaq, sui cui non sembrano pesare i ‘profit warning’ arrivati questa mattina dal comparto semiconduttori.

Il tabellone elettronico sembra ignorare anche le dichiarazioni di tono negativo rilasciate dall’amministratore delegato di Cisco System, John Chambers, in un’intervista al Financial Times.

Secondo Chambers la flessione dell’economia americana continuera’ “per almeno altri tre trimestri”.

Evidentemente i prezzi raggiunti da molti titoli tecnologici vengono adesso considerati appettibili da molti investitori, come sottolinea anche l’analista di Lehman Brothers, Joshep Rooney. “Molti titoli hanno raggiunto prezzi convenienti” commenta Rooney in una nota alla clientela.

Lehman Brothers ha inoltre annunciato un ribilanciamento del proprio portafoglio, portando l’investimento in titoli azionari dal 60% al 70%, a scapito dell’investimento in titoli obbligazionari e in valuta.

A sostenere le borse USA in apertura ci sono questa mattina anche le buone notizie arrivate dalle borse internazionali. A Tokio l’indice Nikkei ha chiuso la seduta in rialzo del 4,3% portandosi sopra quota 13.500 punti, soglia che persa lo scorso 2 febbraio.

Bene anche le borse europee, che beneficiano delle aspettative per un possibile taglio dei tassi di interesse da parte della Banca Centrale Europea, il cui direttivo si riunira’ giovedi’ a Francoforte. L’indice Dow Jones Euro Stoxx e’ in rialzo del 3,5%.

Tra i principali titoli in movimento in mattinata a Wall Street:

Nel settore semiconduttori:

PMC-Sierra (PMCS – Nasdaq) ha annunciato questa mattina di non essere in grado di raggiungere le stime di bilancio precedentemente annunciate per il primo trimestre dell’anno a causa del rallentamento della domanda e della cancellazione degli ordini. Il titolo perde oltre il 6,75%.
(Vedi Utili: PMC-Sierra inciampa su ‘profit warning’)

Conexant (CNXT – Nasdaq) perde $1,13, pari al 10%, a quota $10, dopo aver emesso in mattinata un ‘profit warning’ relativo al secondo trimestre. La societa’ ha comunicato che il fatturato del trimestre sara’ del 35%-40% inferiore a quello del primo trimestre, contro una stima degli analisti che prevedeva un declino del 16%. Il titolo perde quasi il 4%.

David Ditzel, direttore tecnico di Transmeta (TMTA – Nasdaq), ha fatto sapere che la societa’ e’ pronta ad annunciare un’alleanza con Microsoft (MSFT – Nasdaq) per lo sviluppo di computer e apparecchi portatili. Il titolo Transmeta guadagna quasi il 23,5%, mentre il titolo Microsoft guadagna oltre lo 0,5%.

Nel settore farmaceutico:

Voci di mercato sostengono che il colosso Johnson & Johnson (JNJ – Nyse) sia in trattative avanzate per l’acquisto di Alza Corp. (AZA – Nyse), societa’ produttrice e distributrice di medicinali. Il Financial Times parla di un’operazione del valore di $8 miliardi. Il titolo JNJ perde oltre il 2,25%, mentre il titolo Alza guadagna quasi il 24%.