WALL ST. POSITIVA, CRESCE OTTIMISMO SU ECONOMIA

25 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

L’azionario Usa si avvicina al giro di boa in forte progresso, con gli ultimi dati macroeconomici relativi a mercato immobiliare e ordini manifatturieri che hanno sorpreso in positivo il mercato, spingendo gli indici in rialzo di circa due punti percentuali (controlla la performance in tempo reale).

Gli ordini di beni durevoli hanno mostrato a febbraio un rialzo inaspettato (il primo dopo sei mesi consecutivi di cali) pari a +3.4%. Dopo il record negativo di gennaio, le vendite di case nuove negli Stati Uniti sono aumentate del 4.7% a 337 mila unita’, anche in questo caso sorprendendo gli analisti che si aspettavano un altro calo.

Al primo timido segnale di un miglioramento della critica situazione economica la maggior parte dei trader si sente sollevata, sperando che il peggio sia alle spalle. Le cifre migliori del previsto di vendite al dettaglio, costruzioni edili e inflazione hanno contribuito al rally di due settimane di cui si e’ reso protagonista il mercato.

“Le buone notizie sul fronte macro sembra stiano dando nuovo carburante al rally del mercato che abbiamo visto ultimamente, suggerendo che l’ottimismo degli investitori e’ superiore a quello degli economisti, che prevedono che nella migliore delle ipotesi l’economia non tocchera’ il fondo prima del quarto trimestre di quest’anno”, dice Frederic Dickson, chief market strategist di Davidson Companies.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

Ancora una volta sono i finanziari a guidare i rialzi, ma si distinguono in positivo anche i titoli dei produttori di chip, con l’indice settoriale dei semiconduttori Philadelphia Semiconductor Index che fa un balzo del 3,5% superiore all’1,7% del Nasdaq, mentre il benchmark Morgan Stanley High Tech 35 Index e’ in rialzo dell’1%. I dati del Dipartimento del Commercio hanno evidenziato una forte crescita della domanda di macchinari e beni capitali tecnologici a febbraio. Particolarmente richiesti Amd (+4%), Intel (+2.5%) e Applied materials (+4.5%). Seduta da incorniciare per Jabil Circuit (oltre +30%), che ha pubblicato risultati ampiamente in linea con le attese.