WALL ST. PERDE COLPI: PESA IL DATO SULLA FIDUCIA

16 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Seduta in calo per gli indici azionari (controlla la performance in tempo reale). Ancorhe’ incoraggianti i dati del comparto immobiliare, a far perdere tonicita’ agli indici e’ stato il dato preliminare sulla fiducia dei consumatori, a maggio sceso a 59.5 rispetto ai pregressi 62.6. Continuano le pressioni dal comparto energetico: il greggio e’ schizzato stamane a un nuovo record, ben oltre i $127. Attualmente i contratti con consegna giugno stanno indietreggiando dai massimi, a quota $126.47, in rialzo di $2.35.

In mattinata il petrolio ha ripreso a salire con forza. La scadenza dei contratti con consegna giugno costituisce un importante fattore che potrebbe contribuire a un’elevata volatilita’ nelle quotazioni. Un messaggio audio attribuito al leader di Al-Qaida, Osama Bin- Laden, relativo alla continuazione della guerra santa contro Israele e gli alleati, potrebbe influire sulle contrattazioni, cosi’ come il nuovo target emesso da Goldman Sachs sul prezzo dell’oro nero, pari a $149 al barile entro la fine dell’anno.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Nel mese di aprile sia i nuovi cantieri edili che le licenze di costruzione sono risultati in progresso, oltre le attese degli analisti. Gli analisti sono divisi sulla lettura dei dati: per alcuni si tratta di un chiaro segnale di ripresa dal punto di bottom , per altri di un semplice numero, non sufficiente a stabilire il futuro del comparto.

Sul fronte societario, potrebbero soffrire nell’arco dell’intera seduta tutti i titoli del comparto retail: gli analisti di Goldman Sachs hanno tagliato l’outlook sul settore proprio a causa delle implicazioni che l’aumento del greggio avra’ sulla spesa dei consumatori.

Continua ad occupare la scena il comparto hi-tech con Yahoo! (YHOO). Sembra che il presidente del portale Internet abbia respinto le richieste dell’investitore Carl Icahn; la societa’ ha inoltre annunciato un patto con il gruppo britannico WPP sulla gestione della pubblicita’ online.

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro guadagna nei confronti del dollaro a quota 1.5491. In progresso anche l’oro a $897.70 l’oncia (+$17.70). In calo i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.8690%.

parla di questo articolo nel Forum di WSI