WALL ST: PARTENZA PRUDENTE, ATTESI DATI ECONOMICI

27 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Avvio cauto per le borse USA, con gli investitori intenti a digerire i guadagni registrati venerdi’.
Il mercato attende di conoscere i dati economici che verranno diffusi nel corso della settimana.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Brutte notizie dal comparto finanziario. JP Morgan Chase (JPM – Nyse), una delle trenta blue chip del Dow Jones, si sta preparando a tagliare fino a 6.000 posti di lavoro nelle prossime 4-6 settimane presso la divisione di “investment banking”; a riportarlo, il Sunday Times e il Financial Times.

Solo alla fine della scorsa settimana, il Wall Street Journal riportava che la societa’ era intenzionata a licenziare l’8% dei dipendenti totali, pari a circa 8.000 unita’. All’inizio dell’anno il gruppo bancario aveva tagliato il 10% della forza lavoro, circa 3.000 persone, in parte dovuti alla megafusione tra JP Morgan e Chase.
VEDI:


BANCHE: JP MORGAN TAGLIA FINO A 6.000 POSTI

E’ da mesi ormai che le banche d’investimento sembrano registrare un continuo calo del fatturato, in gran parte dovuto alla flessione delle attivita’ legate a fusioni e acquisizioni, nonche’ al rapido calo delle IPO. E la situazione non sembra migliorare visto che Goldman Sachs prevede per il 2001 un calo di fusioni e acquisizioni pari a circa il 53%.

Secondo gli analisti, il fatto che le divisioni di “investment banking’ di molti gruppi finanziari continuino ad annunciare tagli al personale indica che le aspettative su una ripresa veloce dei mercati sono sempre piu’ basse.

Pesa stamane sui mercati il report del Wall Street Journal secondo cui gli investitori hanno messo in dubbio gli upgrading del settore semiconduttori a causa delle valutazioni ancora troppo elevate.
VEDI:


CHIP: IN DUBBIO I GIUDIZI DEGLI ANALISTI

Per quanto riguarda il settore software, Microsoft (MSFT – Nasdaq) ha confermato il suo piano di spedizione dalle 600.000 alle 800.000 console di Xbox game il cui lancio e’ previsto l’8 novembre prossimo negli Stati Uniti.

La societa’ prevede di spedire 1,5 milioni di console per la fine di gennaio 2002, ha affermato Hirohisa Ohura, capo della divisione nipponica di Microsoft.

Nel frattempo, le azioni di Microsoft stanno accusando una flessione in virtu’ del comunicato della societa’ di far slittare il lancio di Xbox in Giappone al 22 febbraio 2002.
VEDI:


SOFTWARE:MSFT RITARDA LANCIO XBOX IN GIAPPONE

Sul fronte macroeconomico, per le 16:00 (le 10:00 ora di New York) il mercato attende il dato sulla vendita di case esistenti in luglio.