WALL ST. PARTE INCERTA IN ATTESA DI NUOVI DATI

26 Agosto 2009, di Redazione Wall Street Italia

Partenza caratterizzata da una certa debolezza per la Borsa Usa. Sul mercato continua a regnare una certa incertezza dopo la pubblicazione delle cifre relative ai beni durevoli, che esclusa la compente dei trasporti hanno registrato un incremento inferiore a quello previsto.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

La domanda alle fabbriche Usa di beni durevoli e’ cresciuta in misura superiore alle stime nel mese di luglio. Si tratta del maggiore incremento dal 2007. Tuttavia va sottolineato che esclusi i trasporti gli ordini sono cresciuti dello 0.8%, un risultato lievemente inferiore a quello atteso dagli economisti.

Piu’ tardi l’attenzione si spostera’ sul mercato immobiliare, con gli investitori che otteranno nuove indicazioni sullo stato di salute del settore, da cui e’ partita la crisi. Alle 16 italiane il Dipartimento del Commercio rendera’ note le cifre relative alle vendite di nuove case nel mese di luglio. Gli analistii prevedono una crescita a 395 mila unita’ da 384 mila.

Ad attirare l’attenzione del mercato sara’ anche l’asta di Titoli di Stato a cinque anni da $39 miliardi e l’intervento sulle condizioni economiche che il presidente della Fed di Atlanta, Dennis Lockhart, terra’ alle 18 italiane.

Ieri la Borsa Usa stava per bruciare un guadagno di oltre l’1% accumulato in seduta, prima di chiudere in lieve rialzo. Il finale sottotono apre un grosso punto interrogativo sulla capacita’ del mercato di sostenere il rally di quasi il 17% messo a segno da meta’ luglio. Questo non vuol dire che il mercato sia diventato ribassista. Infatti e’ da settimane che molti continuano a pronosticare un ritracciamento inevitabile, ma l’azionario continua a tenere botta.

Tra i settori si distinguono in negativo i titoli legati alle materie prime, tra cui i colossi Total, Rio Tinto e BHP Billinton e le banche (in Francia molto male BNP Paribas), mentre la compagnia di assicurazioni Allianz e Toyota, che ha annunciato una riduzione della capacita’ produttiva globale, contribuiscono a limitare le perdite.

Sotto i riflettori il settore sanitario dopo la scomparsa, a 77 anni, del Democratico Edward Kennedy, che tanto si e’ battuto per una riforma del sistema negli Stati Uniti. Sul mercato iniziano a circolare le prime ipotesi sul futuro della gia’ debole riforma doo la morte del Senatore.

Sul fronte delle trimestrali, Myriad Genetics balza del 7% dopo conti migliori del previsto. Per quanto riguarda le notizie societarie, WPP, gigante britannico del settore pubblicitario, ha registrato un calo del 48% dei profitti. Nonostante gli eventi previsti il prossimo anno come le Olimpiadi Invernali e i Mondiali di Calcio in Sudafrica, il fatturato e’ previsto piatto per il 2010.

Molto richiesta la francese Alcatel-Lucent nel giorno in cui ha siglato un accordo di collaborazione con China Telecom e dopo che una societa’ di brokeraggio francese ha alzato il rating sul settore delle apparecchiature tlc.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il greggio scambia in calo, scivolando sui minimi di una settimana. I futures con consegna settembre cedono $1.50 0 a $70.75 al barile. Sul valutario, euro in ribasso nei confronti del dollaro a quota $1.4233. Arretra anche l’oro a $942.80 l’oncia (-$3.20). In progresso i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.4300% dal 3.4500% di ieri.