WALL ST: ONDATA DI BUY, RALLY DELLE COMMODITIES

6 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

I listini americani hanno archiviato la seduta in buon rialzo spinti dalla debolezza del dollaro e dall’opinione ormai piu’ o meno diffusa tra gli investitori che la stagione degli utili aziendali si rivelera’ migliore di quanto atteso. Il Dow Jones ha guadagnato l’1.37% a 9731, l’S&P500 l’1.37% a 1054, il Nasdaq e’ avanzato dell’1.71% a 2103.

Il nuovo calo della valuta statunitense ha innescato un rally dell’oro e delle altre commodities che ha avuto un effetto positivo sui titoli delle societa’ quotate. La decisione inattesa della Reserve Bank Australiana di incrementare i tassi d’interesse di un quarto di punto percentuale al 3.25% ha diffuso ottimismo tra gli operatori, segnalando la solidita’, o per lo meno, la ripresa, dell’economia mondiale. “E’ decisamente una mossa a sorpresa” ha dichiarato Bob Lynch di HSBC Bank USA. “Nessuno si aspettava un rialzo dei tassi quest’anno, al massimo si pensava potesse avvenire nel primo trimestre 2010”.

Il greenback e’ arretrato nei confronti delle principali valute mondiali, l’euro e’ balzato a $1.4716 (con un picco giornaliero di $1.4760). Naturale la reazione delle comoodities, di conseguenza in forte accelerazione: l’oro ha raggiunto un record storico a quota $1044.70 l’oncia, il petrolio ha chiuso la seduta a quota $70.88, in progresso di 47 centesimi.

“Oggi e’ tutto dovuto al calo del dollaro, il progresso dell’azionario e’ principalmente legato al rally delle commodities” ha affermato Christopher Foxall, portfolio manager di Lighthouse Financial. “Gli investitori sono disposti a puntare su asset maggiormente rischiosi, piu’ che una strategia contro l’inflazione sembra si tratti di una strategia contro l’indebolimento del biglietto verde”.

Tra i singoli titoli Alcoa (che riportera’ la trimestrale mercoledi’) e Newmont Mining hanno chiuso in rialzo del 3% e del 6%; nel settore petrolifero Exxon Mobil e Chevron hanno guadagnato l‘1.6% circa. Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare con titoli aggressivi in fase di continuazione del rialzo e difensivi in caso di volatilita’ e calo degli indici, basta accedere alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo ora: costa solo 79 centesimi al giorno, provalo.

Negli altri settori, favorito dalla promozione di UBS, il maggiore produttore al mondo di schermi a cristalli liquidi Corning e’ avanzato del 4.6%. Mosaic ha guadagnato oltre il 4.2% dopo che il produttore di fertilizzanti ha annunciato di aspettarsi un ritorno alla normalita’ della domanda entro la seconda meta’ del prossimo anno fiscale.

All’interno del comparto finanziario, si sono messi in luce Hartford Financial Services e AIG. Il primo si e’ portato in testa al paniere allargato, forte di un progresso del 7.9% dopo che la compagnia di assicurazione ha ottenuto un rating di Buy da parte di UBS, che ha precisato che l’azienda “ha i mezzi per assorbire le condizioni avverse dei mercati azionari e le perdite da investimenti”. American International Group ha chiuso in progresso di quasi il 4.9% dopo che persone informate sulla vicenda hanno riferito che il colosso assicurativo salvato dal governo e’ vicino a chiudere un accordo per la cessione della sua divisione di assicurazione sulla vita taiwanese a Primus Financial Holdings. Secondo le fonti il numero uno della banca d’affari asiatica, Robert Morse, avrebbe offerto oltre $2 miliardi per Nan Shan Life Insurance.

Sullo stesso tema leggere anche gli articoli, analisi e commenti pubblicati da Wall Street Italia nelle ultime settimane:

WALL STREET: ATTENZIONE CHE SIAMO QUASI AL FINALE

WALL STREET: IL RIALZO PIU’ INGANNEVOLE DELLA STORIA

GURU CATASTROFISTI: SI CONSIGLIA SOLO A UN PUBBLICO MATURO

ALERT AZIONARIO: STA NASCENDO UNA BOLLA

FENOMENOLOGIA DEL RALLY DEL BABBEO (A NEW YORK)

BORSA: OBIETTIVI RAGGIUNTI, L’ANALISI TECNICA GETTA LA SPUGNA