WALL ST: NASDAQ SCHIACCIATO DA YAHOO, BENE IL DOW

8 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo mezz’ora dall’apertura delle borse USA, gli indici mostrano un andamento contrastante, con il Dow che si riprende dai dati negativi della grande distribuzione e il Nasdaq che risente delle pesanti perdite di Yahoo.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

A pesare a inizio seduta sull’indice delle Blue Chip americane i dati negativi di vendita in febbraio di numerosi big della grande distribuzione, tra cui Wal Mart, Costco, Federated Department Stores e May Department Stores.

I quattro colossi hanno tutti riportato vendite in diminuzione rispetto allo stesso periodo di un anno prima, segno che l’erosione della fiducia dei consumatori continua.

Sul Nasdaq si fa sentire l’effetto Yahoo!, in perdita di oltre il 17% dopo che mercoledi’ il piu’ grande portale Internet del mondo ha ridotto le stime per il primo trimestre e ha annunciato le dimissioni dell’amministratore delegato, che comunque rimarra’ come presidente del consiglio di amministrazione.

Sulla scia di Yahoo, l’Amex Internet Index segna una perdita di oltre il 2%, mentre il CBOE Internet Index perde oltre il 3,5%.

Erano in tanti invece a sperare che i mercati riuscissero ad ignorare l’ennesima cattiva notizia arrivata dal settore high-tech, come era avvenuto mercoledi’ per i ‘profit warning’ di JDS Uniphase e Broadcom, e il ‘downgrade’ su Intel.

Gli investitori cercano di verificare se i rialzi degli indici dei primi tre giorni della settimana siano solamente un rimbalzo tecnico o un segno stabile che i mercati abbiano toccato il fondo e siano ora in una fase di crescita stabile.

Sul fronte macroenomico occhi puntati sul dato sulla disoccupazione in febbraio, che verra’ reso noto venerdi’ mattina dal Dipartimento del Lavoro.

E’ possibile che tale dato sia abbastanza debole da spingere la Federal Reserve a tagliare immediatamente i tassi d’interesse. Infatti c’e’ un precedente che rafforza questa idea.

Nel 1991, nel mezzo dell’ultima recessione, la Fed di Greenspan ha abbassato i tassi d’interesse tre volte di venerdi’ in risposta ai dati sull’occupazione.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore Internet:

Il titolo Yahoo! (YHOO – Nasdaq) e’ in ribasso di oltre il 17%. Nella tarda serata di ieri il primo portale al mondo ha annunciato che non riuscira’ a raggiungere i risultati di bilancio per il primo trimestre stimati in precedenza. La societa’ e’ anche la ricerca di un nuovo amministratore delegato, dopo le dimissioni di Tim Koogle, che rimarra’ comunque presidente del consiglio di amministrazione.
(Vedi Yahoo: ‘Profit Warning’ e ricerca nuovo CEO e Preborsa: Yahoo – 14% dopo ‘profit warning’).

Male anche il titolo TerraLycos (TRLY – Nasdaq) uno dei principali concorrenti di Yahoo!, che perde il 4%.

Cnet Networks (CNET – Nasdaq), il portale di informazione finanziaria sull’high tech, ha annunciato che non rispettera’ le attese sui dati di bilancio del trimestre in corso. Il titolo CNET perde quasi il 5%.

Nel settore delle reti in fibre ottiche:

Il titolo Ciena (CIEN – Nasdaq) perde il 4%, dopo che JP Morgan ha abbassato le proprie stime sugli utili per la societa’ e per altri produttori di reti ottiche.

Nel settore della grande distribuzione:

Il titolo Wal Mart (WMT – Nyse) e’ in rialzo di oltre l’ 1%, nonostante questa mattina il gigante americano delle vendite al dettaglio abbia annunciato una contrazione dei ricavi relativi a febbraio, cresciuti nel mese considerato del 4,3% contro il 6,8% del febbraio dello scorso anno.

Nel settore della telefonia cellulare:

Il titolo Nokia guadagna quasi l’ 1%, dopo che il primo produttore al mondo di telefoni cellulari ha annunciato un accordo preliminare con l’operatore mobile finlandese Telia. In base all’accordo Nokia fornira’ le infrastrutture per la rete UMTS della societa’ telefonica finladense. I particolari economici dell’acordo non sono stati specificati.