WALL ST.: LIEVE SCIVOLATA PASSATO IL GIRO DI BOA

18 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Dopo il giro di boa gli indici azionari americani sono in lieve peggioramento, incapaci di prendere la via dei rialzi sulle buone notizie giunte dal fronte societario ed economico.

Il Dow Jones cede lo 0.30% a quota 9682, lo S&P500 scende a 1040 (-0.33%) e il Nasdaq perde lo 0.34%a 1903 punti.

La spinta arrivata a borse chiuse dalla trimestrale di Home Depot e dai dati incoraggianti sull’inflazione non ha avuto una lunga durata. Le incertezze sulle questioni geopolitiche e le preoccupazioni sullo scandalo dei fondi comuni d’investimento continuano ad esercitare una certa pressione, inducendo gli operatori ad assumere un etteggiamento prudente.

Nel terzo trimestre il colosso retail degli articoli per la casa Home Depot ha registrato utili di $0,50 per azione (+22% su base annua), 4 centesimi al di sopra del consensus di Reuters Research ($0,46). Positive inoltre le cifre sul fatturato e le previsioni per il 2003. Buone notizie anche sulla blue chip General Electric: in mattinata Merrill Lynch ha affermato di essere ottimista sulle prospettive della conglomerata industriale e ha alzato il rating sull’azienda da Neutral a Buy.

Per quanto riguarda i dati economici, nel mese di ottobre l’indice dei prezzi al consumo e’ risultato invariato rispetto al periodo precedente, contro l’attesa degli operatori di un incremento dello 0,1%. Negli Stati Uniti, quindi, l’inflazione non e’ ancora una minaccia e crescono di conseguenza le probabilita’ che i tassi d’interesse restino bassi ancora per diverso tempo (da Target News, in tempo reale per gli abbonati a INSIDER).