WALL ST: LE NOTIZIE DI FUSIONI DIFFONDONO L’OTTIMISMO

25 Aprile 2005, di Redazione Wall Street Italia

Dopo il brusco calo di venerdi’
, gli indici azionari americani hanno iniziato la settimana in netto rialzo. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0.83% a 10242, l’S&P500 lo 0.87% a 1162, il Nasdaq e’ avanzato dello 0.96% a 1950.

A diffondere il buonumore sui mercati sono state le buone notizie di fusioni societarie e i dati positivi dal fronte macroeconomico.

Per quanto riguarda le prime, il gruppo energetico Valero Energy acquistera’ Premacor per un valore di circa $8 miliardi, da pagarsi in cash e azioni. Dalla fusione tra le due societa’ nascera’ il primo polo nordamericano nel settore della raffinazione del petrolio.

Sempre nel settore energetico, General Electric e’ in trattative con Extra Space Storage sulla vendita di una delle proprie unita’ per un valore di circa $2.5 milardi.

Ancora in ambito di mergers & acquisitions, le azioni di DoubleClick, societa’ attiva nel settore della pubblicita’ online, saranno acquistate da Hellman & Friedman per un valore totale di circa $1.1 miliardi.

Continua ad essere sotto i riflettori la vicenda MCI. Verizon potrebbe infatti considerare di alzare l’offerta per il gruppo telecom dopo che Qwest ha rivisto la propria al rialzo (per la terza volta) per aggiudicarsi il controllo del gruppo. MCI ha dichiarato (per la prima volta) che l’offerta di Qwest e’ superiore.

Notizie negative, invece, per il merger tra il New York Stock Exchange e Archipelago Holdings. Il Wall Street Journal ha riportato che il finanziere Kenneth Langone sarebbe intenzionato ad avanzare un’offerta di acquisizione per il NYSE. La mossa potrebbe far saltare il piano di fusione annunciato lo scorso venerdi’.

Ad alimentare gli acquisti oggi e’ stato anche l’unico dato economico in calendario, relativo alla vendita di case esistenti. Nel mese di marzo l’indicatore e’ cresciuto dell’1% a 6.89 milioni di unita’. Il dato si e’ rivelato superiore alle attese degli analisti, che erano per un valore medio di 6.80 mln.

La settimana si preannuncia ricca sotto il profilo degli indiciatori economici. Tra questi segnaliamo i dati sulla fiducia dei consumatori, in calendario martedi’, il dato preliminare sul Pil di giovedi’ e quello sulla produzione manifatturiera, atteso per venerdi’.

Spunti positivi sono anche giunti dal settore petrolifero, con il greggio
in netto calo dopo aver recuperato la soglia dei $55 nella seduta di venerdi’. Il contratto future con scadenza giugno ha chiuso la sessione in ribasso dell’1.5% a $54.57 al barile.

Passando all’andamento dei singoli titoli, si e’ distinta in positivo Boeing, risultata la migliore tra le blue chip, con un apprezzamento di circa il 3%. Il colosso aereo ha ricevuto un nuovo ordine per la commissione di 32 velivoli da parte della parent company di Air Canada. L’affare ha un valore di circa $6 miliardi.

Tra gli altri componenti del Dow Jones, hanno segnato un significativo rialzo American International Group, Hewlett Packard e American Express. In rosso, invece, Pfizer, General Motors, Walt Disney e Merck. Quest’ultima in particolare ha risentito dalla diffusione di una notizia secondo cui l’antidolorifico Vioxx potrebbe causare problemi cardiaci.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Tra i tecnologici, molto positiva la performance di Apple Computer, premiata dall’upgrade di una banca d’affari da “neutral” a “outperform. Bene anche Ciena, che ha beneficiato dei giudizi molto positivi di alcuni analisti.

Sugli altri mercati, l’euro
e’ in ribasso nei confronti del dollaro. Nel tardo pomeriggio di lunedi’ a New York il cambio tra le due valute e’ $1.2994. In leggero rialzo l’oro. Il future con scadenza giugno ha guadagnato 40 centesimi a $436 all’oncia. Invariati, infine, i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni si e’ attestato al 4.25%.