WALL ST: LA BORSA VALUTA IL DISCORSO DI GREENSPAN

30 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta piatta e insignificante alla borsa di New York. Gli investitori si sono presi una pausa di riflessione dopo i rialzi delle ultime sessioni.

Il mercato sta ancora cercando di digerire il poco convincente discorso di Alan Greenspan (non pessimistico, ma tutt’altro che ottimistico) e la sorta di “terra di nessuno” che questo scenario incerto comporta per l’investimento azionario.

L’indice Dow Jones ha chiuso con un lieve ribasso (0,27%), mentre il tecnologico Nasdaq ha lasciato sul campo lo 0,48%. Nel mese di aprile il Dow Jones ha guadagnato 488 punti (+6,11%) e il Nasdaq ha messo a segno un rialzo di ben 123 punti (+9,18%). Per gli indici americani comunque aprile e’ stato il miglior mese dallo scorso ottobre.

Per i commenti e le analisi non convenzionali sulla seduta a Wall Street, clicca su TITOLI CALDI, in INSIDER.

I DATI DI CHIUSURA



































































































































































































INDICI DI BORSA Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
DJIA DJIA 8480.09 -0.27 10353.43 7197.49 -18.09% 17.82%
S&P 500 SPX 916.92 -0.10 1106.59 768.63 -17.14% 19.29%
Nasdaq IXIC 1464.30 -0.48 1759.3 1108.5 -16.77% 32.10%
Nasdaq 100 NDX 1106.06 -0.96 1350.54 795.25 -18.10% 39.08%
INDICI DI SETTORE
(a)
Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Internet ECM 55.06 2.44 54.67 29.2 0.71% 88.56%
Oro-Argento XAU 65.30 1.46 89.11 54.67 -26.72% 19.44%
Assicurazione DJ_INS 306.99 0.98 369.65 243.59 -16.95% 26.03%
Finananziario DJ_FIN 153.28 0.65 185.17 127.71 -17.22% 20.02%
Difesa DFX 150.91 0.54 208.15 125.9 -27.50% 19.86%
Farmaceutico DRG 315.18 0.53 355.5 237.7 -11.34% 32.60%
Petrolifero OIX 246.67 0.46 330.96 232.66 -25.47% 6.02%
Gas Naturale XNG 176.73 0.43 191.08 105.53 -7.51% 67.47%
Energia DJ_ENE 182.59 0.38 224.29 169.06 -18.59% 8.00%
Utility UTY 263.30 0.29 349.78 202.82 -24.72% 29.82%
Biotech BTK 373.22 0.02 441.7 275.1 -15.50% 35.67%
Software GSO 111.29 -0.17 136.99 77.63 -18.76% 43.36%
Networking NWX 161.28 -0.43 224.3 79.3 -28.10% 103.38%
Retail RLX 299.59 -0.44 345.6 243.8 -13.31% 22.88%
Hardware GHA 180.48 -0.64 230 110.5 -21.53% 63.33%
Semiconduttori SOX 332.50 -2.17 558.9 209.4 -40.51% 58.79%




















































































DATI
SUI MERCATI (b)
volume Nyse (*) 1653.88 VOLATILITA’/OPZIONI Valore
volume Nasdaq (*) 1568.88 Vix 23.77
volume Nasdaq 100
(*)
1059.53 Vxn 32.67
volume DJIA (*) 249.95 Index put-call ratio 0.81
titoli Nyse in
rialzo
1936 Equity put-call
ratio
0.70
titoli Nyse in
ribasso
1300 TREASURIES yield
titoli Nyse
invariati
183 scadenza a 5 anni 2.77%
titoli ai massimi-Nyse
(c)
127 scadenza a 10 anni 3.86%
titoli ai minimi-Nyse
(c)
14 scadenza a 30 anni 4.78%
titoli Nasdaq in rialzo
1758 PETROLIO prezzo/barile
titoli Nasdaq in
ribasso
1375 Future Crude $25.80
titoli Nasdaq
invariati
242 VALUTE cambio
titoli ai massimi-Nasd
(c)
142 Cambio Euro/Dollaro 1.117
titoli ai minimi-Nasd
(c)
24 Cambio Dollaro/Yen 118.92

Elaborazione dati a cura dell’Ufficio Studi di
WallStreetItalia


LEGENDA:
(a) gli indici di settore sono ordinati in
base alla performance giornaliera
(b) le quotazioni sono rilevate al momento
della chiusura dei mercati di riferimento
(16:00 – 22:00 ora
italiana)
(*) milioni di pezzi scambiati
(c) il valore si riferisce al
numero di titoli scambiati sul Nyse e sul Nasdaq
che hanno raggiunto i
nuovi massimi e minimi degli ultimi 12 mesi nella seduta odierna

IL COMMENTO DELLA SEDUTA

Gli investitori si interrogano anche sul dato peggiore delle stime sul Chicago PMI.

Nel mese di aprile, l’indice dei responsabili degli acquisti per le aziende dell’area di Chicago si e’ attestato a 47,6 punti, contro i 48,4 di marzo e i 48,6 attesi. L’indicatore, che precede la diffusione dell’ISM manifatturiero, rimane quindi sotto l’importante soglia dei 50 punti, demarcazione tra un comparto in recessione e uno in espansione.

Dopo la comunicazione del dato, il dollaro, gia’ molto debole dall’inizio degli scambi, e’ sceso a 1,1160 nei confronti dell’euro, il livello minimo da oltre quattro anni.

Nel suo atteso intervento al Congresso, il governatore della Federal Reserve, Alan Greenspan, ha detto che l’economia USA e’ ben posizionata per crescere a un ritmo notevolmente migliore di quello dello scorso anno, ma nel breve termine numerosi elementi frenano la ripresa degli investimenti aziendali.

Sempre a livello macro, da segnalare il sesto calo consecutivo della domanda di mutui immobiliari, segno che forse il periodo di boom del comparto e’ ormai finito.

Sul fronte dei profitti, nel complesso positive le trimestrali comunicate durante. In particolare, il colosso della chimica Monsanto (MON – Nyse) ha battuto le stime sugli utili, ma le ha deluse sul fatturato.

L’azienda ha comunque rivisto al rialzo le previsioni sull’EPS del secondo trimestre e di tutto il 2003. Superiori alle attese anche gli utili di Astrazeneca (AZ – Nyse), mentre hanno deluso nettamente le aspettative i risultati di Goodyear Tyre (GT – Nyse). Poco chiari, infine, i numeri della casa farmaceutica GlaxoSmithKline (GSK – Nyse).

Tra gli altri temi dominanti sul mercato finanziario, da segnalare il rialzo del prezzo del petrolio.

Per tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su TITOLI CALDI, in INSIDER.