WALL ST: INDICI AZIONARI POSITIVI A META’ SEDUTA

9 Luglio 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ seduta gli indici americani sono in rialzo, spinti dalla buona trimestrale di General Electric e dall’outlook positivo diffuso dal gigante del software SAP. Il Dow Jones guadagna lo 0.35% a 10206, il Nasdaq lo 0.49% a 1944 e l’S&P 500 lo 0.25% a 1112.

A condizionare positivamente l’umore degli operatori e’ intervenuta la pubblicazione dei buoni dati trimestrali di General Electric. Nel secondo trimestre 2004 la conglomerata industriale ha realizzato utili di 38 centesimi per azione, battendo il consensus degli analisti di 1 centesimo. Il fatturato e’ cresciuto dell’11% su base annua a $37 miliardi, battendo le previsioni degli analisti.

Una ventata di ottimismo sui titoli tecnologici arriva da SAP. Il colosso del software tedesco ha dichiarato di aspettarsi un fatturato di secondo trimestre in crescita del 9% su base annua. Le rosee previsioni di SAP arrivano alla fine di una settimana particolarmente nera. Le recenti trimestrali deludenti e alcuni profit warning dal comparto tecnologico negli ultimi giorni avevano infatti messo sotto pressione i mercati, diffondendo il timore che l’economia americana stesse rallentando e che i profitti avessero raggiunto un livello di picco.

Le cifre migliori delle attese di General Electric e l’outlook positivo di SAP hanno alleviato parte delle preoccupazioni degli operatori sulla crescita dei profitti societari. Alcuni operatori ritengono tuttavia che il buon andamento dei listini di oggi sia un episodio transitorio, legato al miglioramento momentaneo del sentiment degli investitori.

Sui mercati continuano a pesare le preoccupazioni sul prezzo del petrolio, tornato giovedi’ sopra la soglia dei $40 al barile. Pesano i timori di nuovi attacchi agli oleodotti in Medio Oriente e le preoccupazioni per la critica situazione del maggior esportatore russo di greggio. Il future sul greggio con scadenza agosto in questo momento cede 30 centesimi e si porta a $40.03 al barile.

Dal fronte economico, in mattinata e’ stato diffuso il dato sulle scorte di magazzino negli Stati Uniti. Nel mese di maggio l’indicatore ha registrato un incremento del’1.2%. Il dato e’ nettamente superiore al consensus di mercato che era per un aumento dello 0.5%.

Tra le blue chip del Dow Jones registrano i migliori guadagni i colossi hi-tech Intel e Hewlett Packard, Honeywell, General Motors e United Tech. Sono in ribasso, invece, Alcoa, American Express e Wal-Mart.

Sugli altri mercati, il dollaro e’ in ribasso nei confronti dell’euro , che si mantiene ai massimi di tre mesi. Al momento il cambio tra le due valute e’ di $1.2394. Stabile l’oro, che dopo il rally degli ultimi giorni e’ a $ 407.90 all’oncia.

Recuperano il terreno perso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ nuovamente al 4.47% della chiusura di giovedi’ dopo essersi spinto al 4.48%.