WALL ST. INCERTA, NASDAQ SU LIVELLI PRE-LEHMAN

8 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Dopo due ore dal suono della campanella, gli indici americani continuano a viaggiare all’insegna della cautela con il Dow che passa sotto il segno della parita’. Da segnalare che il tutto avviene alla vigilia dell’anniversario dei minimi di 12 anni per i listini azionari con il Nasdaq e’ tornato sui livelli pre-Lehman. Il Dow cede lo 0.15% a 10551 (-15 punti). Il Nasdaq avanza dello 0.07% a 2328 (+2 punti) mentre l’S&P 500 cede lo 0.15% a 1137(-2 punti).

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

La giornata di oggi e’ priva di spunti macro. Gli operatori guardano ai nuovi accordi tra societa’. Ancora una volta fari puntati sul colosso assicurativo AIG, che ha raggiunto un accordo per cedere American Life Insurance alla newyorkese MetLife(+4.42%, insensibile al taglio di outlook a negativo deciso poco fa dall’agenzia di rating Moody’s). L’operazione, che vale $15.5 miliardi in cash e azioni, segue quella annunciata la settimana scorsa con l’inglese Prudential per la vendita delle attivita’ asiatiche. Aig rallenta la corsa con un +3%.

Sul Dow si mette in mostra il colosso del fast food McDonald’s. A febbraio ha registrato vendite in crescita del 4.8% nei negozi aperti da almeno un anno. Il dato e’ migliore delle stime. Leggere vendite per i farmaceutici capitanati da Pfizer e Merck sull’incertezza della riforma sanitaria proprio mentre Obama dalla Pennsylvania torna a spingere su una sua approvazione.

Il produttore del BlackBerry e’ stato promosso dagli analisti di BMO a Outperform da Market Perform. Il titolo Research in Motion accelera con un rialzo del 5%. Cisco System, dal canto suo, guadagna l1.7% dopo aver detto che domani arrivera’ un importante annuncio.

Secondo il Wall Street Journal, le autorita’ inglesi avrebbero messo sotto inchiesta Kraft Foods. L’ipotesi e’ che abbia sviato dipendenti e investitori nel corso della battaglia per la conquista di Cadbury. Le azioni cedono lo 0.71%.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico si arresta la corsa del greggio che torna sotto quota $82. I futures con consegna aprile cede $0.08 attestandosi a quota $81.42 al barile (-0.10%). Sul valutario la moneta unica lima i guadagni a quota $1.3632 (+0.05%). L’oro torna a cedere $11.60 a quota $1123.80 l’oncia. Quanto ai Titoli di Stato, il rendimento sul benchmark decennale cresce attestandosi al 3.71%, massimi di due settimane.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: iShares Malaysia- EWM +1.50%, iShares Hong Kong- EWH +1.0%, Global shippers- SEA +1.0%, iShares telecom- IYZ +1.0%, iShares Singapore- EWS +0.75%, Casinos- BJK +0.75%, Homebuilders & construction- ITB +0.75%, XHB +0.75%, iShares REITS & real estate0 ICF +0.50%, IYR +0.75%, iShares Taiwan- EWT +0.75%, Capital markets- KCE +0.50%, iShares S Korea- EWY +0.50%, Insurers- KIE +0.50%, SPDRS US retailers- XRT +0.50%, iShares US broker/dealers- IAI +0.50%. Le peggiori:
VIX vol index- VXX -2.50%, Nat gas- UNG -1.75%, Solar power- TAN -1.50%, US airlinex- FAA -1.0%, Gold miners- GDX -0.75%, Crude/WTI oil- USO -0.75%, OIL -0.75%, Commods- GSG -0.50%, DBC -0.50%, SPDRS metals & mining- XME -0.50%, SPDRS industrials- XLI -0.50%, Clean enrgy- PBW -0.50%, India- INP -0.50%, Silver- SLV -0.50%.

Alle 18:45 circa il volume di scambio e’ di 375 milioni di pezzi al NYSE e 995 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 1618 a 1318 al Nyse e 1257 a 1310 milioni al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 395 a 0 al NYSE e 209 a 5 al Nasdaq.