WALL ST. IN RIALZO PER LA QUARTA SEDUTA DI FILA

3 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Partenza di seduta positiva per il mercato azionario americano, che segue la scia dei guadagni visti nelle Borse europee. Il Dow avanza dello 0.19% a quota 10425.33, il Nasdaq dello 0.17% a 2284.69 punti e l’S&P 500 fa segnare un rialzo dello 0.17% in area 1120.19.

Anche se i rialzi sono modesti, stanno comunque consentendo a Wall Street di infilare la quarta seduta positiva consecutiva. Negli ultimi scambi le Borse europee sono passate in territorio positivo dopo aver trascorso maggior parte della seduta contrastati. Oggi e’ il giorno in cui la Grecia annuncera’ il tanto atteso piano di risanamento del debito.

Dall’altra parte dell’oceano, il rapporto ADP e’ risultato in linea con le stime e non ha avuto un particolare impatto sui corsi azionari. Il settore privato Usa ha perso 22 mila posti in febbraio. Ora il focus si sposta sull’indice ISM dei servizi (atteso alle 16 italiane) e sul Beige Book della Fed, previsto invece alle 20 italiane, un’ora dopo l’intervento di Lockhart, presidente della Fed di Atlanta.

Tra le singole prove si distingue in negativo Netflix, titolo tra i piu’ scambiati. La societa’ di noleggio video e streaming online paga il declassamento di due tacche a Underperform da parte di Bofa-Merrill Lynch, secondo cui l’azienda dovrebbe triplicare la base clienti perche’ il prezzo delle azioni in Borsa sia giustificato.

Nel frattempo gli investitori rimangono focalizzati sulle nuove misure austere di riduzione del debito che la Grecia annuncera’ in giornata, mentre cresce l’attesa per conoscere nuovi dati economici che dovrebbero fare luce sullo stato di salute del mercato del lavoro a stelle e strisce. Venerdi’ il governo annuncera’ le cifre relative al rapporto mensile sull’occupazione, da cui ci attende un tasso di disoccupazione al 9.8% e la perdita di 20 mila posti di lavoro.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Sul fronte delle operazioni di fusione e acquisizione, Pfizer ha intenzione di lanciare un’offerta di acquisto sulla societa’ tedesca rivale Ratiopharm. Stando a quanto riferito da Bloomberg il colosso farmaceutico sarebbe pronto a mettere sul piatto sino a 3 miliardi di euro (circa $4.1 miliardi).

Pfizer dovra’ prima vedersela pero’ con l’israeliana Teva Pharmaceuticals Industries e l’islandese Actavis, le quali hanno le stesse intenzioni. I titoli Pfizer avanzano di circa l’1%.

Novell strappa del 25% circa sulle notizie di un’Opa lanciata dal fondo hedge Elliott & Associates, che a quanto risulta avrebbe messo sul piatto $1 miliardo, equivalenti a $5.75 per titolo. L’azienda di software open source e’ impegnata a valutare i pro e contro dell’offerta.

Un gruppo di investimento capitanato da J.P. Morgan Asset Management e Water Asset Management ha annunciato che acquistera’ SouthWest Water per $275 milioni.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio accelerano ancora. I futures con consegna aprile avanzano di $0.47 attestandosi a quota $80.15 al barile. Sul valutario la moneta unica guadagna terreno a $1.3654. L’oro avanza di $4.10 a quota $1141.50 l’oncia. In moderata flessione i Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che si attesta al 3.621% (+5 punti base).