WALL ST. IN BUON RIALZO
AL GIRO DI BOA

6 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta positiva per l’azionario a stelle e strisce nel giorno della decisione della Fed sul costo del denaro.

Il Dow appare intenzionato a ritentare il test degli 8.600, la cui tenuta era fallita nella giornata di ieri. Il Nasdaq e’ stabile sopra i 1.500. Discreti i volumi di scambio.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

“La buona trimestrale di Gillette ha ben disposto il mercato in avvio – dice a Wall Street Italia Cesare De Novellis, senior vice president della banca d’affari Jefferies -. I volumi di contrattazione non eccellenti vanno imputati alle incognite relative alla decisione della Fed sui tassi e ai risultati di Cisco Systems.

Da segnalare le prese di profitto sui titoli che si sono mossi di piu’ nelle ultime sedute. L’attivita’ su Gillette, ad esempio, e’ un tipico esempio del detto ‘Buy on the rumor and sell on the news’, cioe’ compra sulle speculazioni e vendi sulla notizia”.

Secondo l’analisi tecnica, l’attuale fase di consolidamento e’ un segnale che quello in atto potrebbe non essere semplicemente l’ennesimo rally da mercato orso. Gli indici, osservano gli esperti, non sono ancora riusciti a rompere alcune importanti resistenze, e una crescita lenta ma costante e’ un’ottima notizia per quanti sperano nel ritorno di un mercato toro.

Ancora piu’ ottimista il global strategist di Morgan Stanley, Barton Biggs, secondo cui il rally in atto durera’ piu’ del previsto e non e’ ancora troppo tardi per entrare sul mercato.

Per quanto riguarda i tassi, gli esperti sono concordi nel ritenere che la banca centrale non interverra’ ne’ in un senso ne’ nell’altro. I future sui Fed Fund continuano a scontare sotto il 20% la probabilita’ di un taglio di 25 punti base, mentre danno all’80% circa quella di un nulla di fatto. Molto importanti saranno comunque le indicazioni contenute nel documento ufficiale che accompagna la decisione sul costo del denaro.

Secondo un rumor che circola con insistenza nelle sale operative, inoltre, oggi Greenspan, pur lasciando i tassi invariati, potrebbe tornare ad adottare una politica monetaria espansiva. Aumenterebbe cioe’ la possibilita’ di nuovi tagli alle prossime riunioni.

Il meeting del FOMC e’ iniziato puntualmente alle 15:00 italiane (le 9:00 ora di New York). La decisione sui tassi sara’ resa nota alle 20:15.

Brutte notizie continuano ad arrivare, intanto, dal mercato del lavoro. Dopo i dati allarmanti di ieri sugli annunci di licenziamenti e l’aumento del tasso di disoccupazione comunicato venerdi’ scorso, oggi e’ la volta di un sondaggio dell’Information Technology Council of America, secondo cui nel 2003 le aziende della new economy prevedono di assumere meno della meta’ degli assunti dello scorso anno.

Sul fronte degli utili, positivi, come dicevamo, i risultati di Gillette (G – Nyse), che ha battuto le stime per un penny. Grande attesa per la trimestrale del n.1 delle infrastrutture Internet, Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), in calendario dopo la chiusura dei mercati. Gli operatori sono ottimisti: il gruppo di John Chambers dovrebbe rispettare, se non addirittura superare, le aspettative, e formulare previsioni incoraggianti sui prossimi mesi.

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.