WALL ST: I LISTINI SNOBBANO IL RALLY DEL GREGGIO

18 Agosto 2004, di Redazione Wall Street Italia

Seduta in netto rialzo per mercati americani, con gli indici azionari che hanno accelerato nelle ultime ore di contrattazioni. Il Dow Jones ha guadagnato l’1.11% a 10083, l’S&P500 l’1.24% a 1095 e il Nasdaq il 2.01% a 1831.

Protagonista degli scambi anche oggi e’ stato il petrolio. Nel corso della sessione ha raggiunto un nuovo massimo a $47.45 al barile, per poi ripiegare a $47 e 27 in chiusura.

La solida prova degli indici nonostante il nuovo rally del greggio lascia ben sperare. Dopo i cali degli ultimi mesi, cresce la sensazione che le valutazioni dei titoli siano convenienti e che il mercato si stia stabilizzando.

Gli ultimi dati macro, migliori delle attese, e le recenti trimestrali positive di gruppi retail, secondo alcuni osservatori, suggeriscono che l’economia prosege su un sentiero di crescita e che il selloff dovuto all’aumento dei prezzi energetici potrebbe essere eccessivo.

Ancora bassi pero’, i volumi di contrattazioni. Un segnale che tra gli investitori, con il petrolio a un passo dai $50, l’avversione al rischio resta elevata.

Una recente inchiesta condotta da Merrill Lynch
rileva che il livello di assett tenuto sotto forma di cash dai money manager ha raggiunto livelli particolarmente elevati, che di solito si accompagnano a periodi di estrema incertezza e pessimismo.

Dal fronte societario, nuove sorprese dall’atteso IPO di Google. Il motore di ricerca ha tagliato il prezzo di collocamento nel range di $85-$95 per azione dal precedente $108-$135: la riduzione e’ del 26%.

Buone notizie per quanto riguarda gli utili. Nel terzo trimestre fiscale il colosso delle infrastrutture per semiconduttori Applied Materials ha riportato EPS superiori alle attese e ricavi piu’ che raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2003.

Ancora sull’hi-tech, giudizi positivi delle banche d’affari su Dell, n.1 al mondo dei PC, e su alcune societa’ di semiconduttori. Vedi decine di azioni segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 12 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, seduta negativa per i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni si e’ attestato al 4.24% contro il 4.21% della chiusura di martedì. Il dollaro viene scambiato a 1.2338 contro l’euro e l’oro ha guadagnato $3 a $409.70 all’oncia.