WALL ST: HI-TECH DEBOLE MA OCCHIO ALLA VOLATILITA’

16 Dicembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta contrastato per gli indici americani, con il Nasdaq ancora debole, poco sotto la linea della parita’. Il Dow Jones e’ in progresso dello 0.27% a 10911, l’S&P500 avanza dello 0.18% a 1273, il Nasdaq e’ in ribasso dello 0.08% a 2258. Complessivamente buone le notizie giunte dai fronti macro ed energetico; lasciano ben sperare gli ultimi commenti provenienti dal comparto auto.

Note positive giungono dalle ultime notizie annunciate dal colosso dell’auto General Motors. Il CEO del gruppo, Rick Wagoner, ha rivelato una nuova linea di auto sportive e autocarri che guidera’ le vendite e i ricavi al rialzo nel prossimo anno.

Ricordiamo che a causa di un aumento dei costi lavorativi e delle materie prime, General Motors ha attraversato un periodo grigio che ha condotto ad una perdita di oltre 4 miliardi nel solo 2005, accompagnato dal rischio di bancarotta.

Ad attenuare le preoccupazioni e’ anche il calo del petrolio, sotto i $60 al barile. Al momento il contratto futures con scadenza gennaio segna un ribasso di 37 centesimi a quota $59.62.

Buoni gli aggiornamenti arrivati dal fronte macro. Nel terzo trimestre, il disavanzo degli Stati Uniti nei confronti dell’estero si e’ inaspettatemente ristretto dell’1% a quota 195.8 miliardi. Le attese del mercato erano per un allargamento del deficit a 205 mld.

Passando alla cornaca societaria, a destare maggiore interesse sembrano essere i titoli del settore hi-tech, dopo che la banca d’affari Credit Suisse FB ha espresso commenti bullish sul settore dei semiconduttori e sul comparto software per il prossimo anno.

In ambito di mergers & acquisitions, la casa farmaceutica Johnson & Johnson ha annunciato un accordo definitivo per il rilevamento di Animas Corporation per un valore complessivo di circa $518 milioni, o $24.50 per azione.

Nella giornata di oggi, tuttavia, non e’ da escludere una volatilita’ superiore alla media dato il “Quadruple witching” (Giorno delle Quattro Streghe), periodo che segna la scadenza di opzioni e futures sia su indici che su azioni.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati sono in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.42%. Torna a guadagnare terreno l’oro, ora in progresso di $2.00 a $508.60. Sul valutario, infine, l’euro viene scambiato a quota 1.1988 contro il dollaro.