WALL ST: GLI INDICI SI RIPRENDONO NEL FINALE

12 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Nel finale gli indici Usa risollevano la testa. Il Dow termina le contrattazioni in ribasso ma nettamente sopra i minimi. Addirittura positivo il Nasdaq.

A pesare sui mercati sono state oggi la notizia del ricorso all’amministrazione controllata da parte della compagnia aerea US Airways (U – Nyse), che accentua le preoccupazioni sulla situazione finanziaria del settore dopo la crisi seguita agli attacchi terroristici dell’11 settembre, l’attesa per la decisione della Fed sui tassi d’interesse, che sara’ resa nota tra poche ore, e la scadenza imposta dalla SEC per la certificazione dei bilanci finanziari da parte degli a.d. delle aziende Usa (fissata per mercoledi’ 14 agosto).

Da segnalare che l’incidenza negativa del calo dell’azionario sull’economia reale ha portato la banca d’affari Morgan Stanley a tagliare le stime sulla crescita del Pil Usa.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.306,84 (+0,06%)
Il Dow Jones a 8.688,89 (-0,65%)
L’S&P 500 a 903,80 (-0,53%)

A LIVELLO SETTORIALE:

– Maglia nera della seduta il comparto AEREO (XAL) dopo il ricorso al Chapter 11 di US Airways (U – Nyse). Il titolo ha perso quasi l’80%. Secondo il Wall Street Journal, la prossima vittima della crisi che ha investito il comparto dopo i fatti dell’11 settembre potrebbe essere United Airlines (UAL – Nyse). Tra gli altri titoli, male Continental Airlines (CAL – Nyse).

– In calo i SEMICONDUTTORI (SOX), depressi dalla nota negativa di Salomon Smith Barney su Intel (INTC – Nasdaq). Lehman si e’ invece detta positiva su tre titoli del comparto, tra cui Analog Devices (ADI – Nyse).

– Negativi anche i FINANZIARI (DJ_FIN), su cui ha pesato la brutta performance di Merrill Lynch (MER – Nyse), nell’occhio del ciclone per gli stretti legami con l’ex colosso energetico Enron.

– Bene invece i BIOTECH (BTK). Da segnalare il balzo in avanti di Imclone (IMCL – Nasdaq) sull’onda della dichiarazione di innocenza dell’ex amministratore delegato Samuel Waksal, accusato di insider trading. Il settore ha beneficiato anche delle voci, diffuse dal Financial Times, di una joint venture contro il cancro tra alcune aziende britanniche.

DA SEGNALARE INOLTRE:

– In forte crescita al Nymex le quotazioni del future sul ‘light crude’ in scadenza a settembre. A mettere le ali al prezzo del petrolio sono le indiscrezioni secondo cui un attacco americano all’Iraq sarebbe sempre piu’ probabile.

Per avere tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.