WALL ST: GLI INDICI PROSEGUONO CONTRASTATI

28 Febbraio 2003, di Redazione Wall Street Italia

A circa due ore dalla chiusura delle contrattazioni, i mercati USA viaggiano su due binari.

Il Dow si muove appena sotto la parita’. In discreto rialzo, invece, il Nasdaq.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Sul Dow Jones e’ in atto un braccio di ferro tra rialzisti e ribassisti. A sostenere i primi sono i dati macroeconomici migliori delle attese comunicati in mattinata. I secondi si lasciano condizionare dalle tensioni geopolitiche e dalle notizie societarie contrastanti.

Sul fronte macro, il Pil del 4º trimestre 2002 (prima revisione) si e’ attestato al +1,4%, contro il +1% stimato dal mercato. La fiducia dei consumatori redatta dall’Universita’ del Michigan e’ scesa a febbraio a 79,9 punti, contro i 79,2 attesi. Sempre a febbraio, il Chicago PMI si e’ attestato a 54,9 punti, contro i 52,5 previsti.

Ma non tutte le indicazioni sulla ripresa sono positive. Secondo Stephen Roach, chief economist della banca d’affari Morgan Stanley, le probabilita’ che gli Stati Uniti precipitino in una nuova recessione “sono superiori al 50%”. L’esperto ha inoltre confermato l’atteggiamento bearish sull’andamento dei mercati finanziari: “Le borse stanno scontando una fase di crescita lenta e di bassa inflazione”, ha detto.

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.