WALL ST: FUTURES STABILI SU DATO COSTO DEL LAVORO

25 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A oltre mezz’ora dall’apertura delle contrattazioni a New York, i futures sugli indici rimangono in territorio positivo, anche se con guadagni modesti dopo la diffusione del dato sul costo del lavoro.

Subito dopo la diffusione del dato i contratti sugli indici hanno avuto una reazione ‘a colpo di frusta’, con una rapida impennata a cui e’ seguito un altrettanto veloce assestamento.

La crescita piu’ bassa del previsto del costo della manodopera nel quarto trimestre era in parte scontato da mercati.

L’aumento dello 0,8% del costo del lavoro, inferiore alle aspettative dell’1,1%, e’ comunque un’indicazione importante per quanto riguarda l’andamento dei prezzi ed evidenzia come l’inflazione non sia il principale problema dell’economia americana.

L’appuntamento piu’ atteso di oggi sara’ comunque la testimonianza, in programma alle 16:00 (le 10:00 ora di New York), del governatore della Federal Reserve, Alan Greenspan, davanti alla Comissione Bilancio del Senato.

Dalle parole di Greenspan potrebbero arrivare segnali importanti per quanto riguarda l’andamento dell’economia americana e i tassi di interesse.

Alle 14:45 (le 8:45 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 2,90 punti (+0,21%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 14,50 punti (+0,57%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 5 punti (+0,05%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro Usa a 10 anni fa registrare prezzi a $1031,3 e rendimenti al 5,287%.