WALL ST: FUTURES RESITONO A LICENZIAMENTI MOTOROLA

23 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle contrattazioni a New York i futures flettono leggermente ma assorbono bene l’annuncio di licenziamenti da parte del gigante dei telefoni cellulari Motorola.

Motorola (MOT – Nyse), il secondo produttore al mondo di telefoni cellulari, ha annunciato questa mattina il taglio di 4.000 dipendenti. L’annuncio segue quelli del 13 marzo e del 9 febbraio, che avevano reso noto il licenziamento rispettivamente di 7.000 e 4.000 dipendenti.

Tutte le altre notizie che arrivano dalle societa’ del settore high tech sono positive, come non succedeva da molto tempo a questa parte.

Red Hat (RHAT – Nasdaq), distributore del sistema operativo Linux, WebMD (HLTH – Nasdaq), societa’ di assistenza medica via Internet e Tibco (TIBX – Nasdaq), produttore di software per transazioni d’affari in tempo reale, hanno tutte annunciato oggi utili relativi al primo trimestre superiori alle previsioni degli analisti.

Il settore chip prosegue i forti rialzi borsistici di giovedi’ (+10%). Alcuni investitori ritengono che il comparto abbia raggiunto il fondo, e che ora possa solo risalire.

Alle 15:15 (le 9:15 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 13,50 punti (+1,21%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 40 punti (+2,33%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 107 punti (+1,13%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $1016,6 e rendimenti al 4,79%.