WALL ST: FUTURE POCO MOSSI DOPO MACROECONOMIA

17 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni a New York, i future sugli indici si mantegono sul fronte dei guadagni dopo il dato sulla bilancia commerciale di marzo.

Alle 14:35 (le 8:35 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 è in rialzo di 6,40 punti (+0,58%).

Il contratto sull’indice Nasdaq è in rialzo di 23 punti (+1,74%).

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 47 punti (+0,46%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi in calo a 97,14 e rendimenti in rialzo al 5,21%.

Tra i titoli in movimento nel preborsa, da segnalare i rialzi di Dell, sull’onda degli utili superiori alle stime, Ibm, Apple, Intel, Analog Devices e Micron Tech.

La banca d’affari CIBC World Markets ha emesso una nota negativa sul settore delle infrastrutture wireless.

Sempre per quanto riguarda le tlc, Goldman Sachs ha emesso un downgrade sull’operatore di telefonia long-distance Sprint in base alla valutazione.

Occhi puntati sul debutto al Nasdaq di Kyphon e Computer Programs & Systems.

Per avere piu’ dettagli clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!