WALL ST: FUTURE PEGGIORANO DOPO I DATI MACRO

13 Settembre 2002, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni a New York, i contratti future sugli indici USA incrementano le perdite, snobbando i dati macroeconomici nel complesso positivi sulle vendite al dettaglio e i prezzi alla produzione di agosto.

A deprimere gli investitori sono le sconfortanti notizie provenienti dal fronte societario, oltre ad alcuni allarmi terroristici.

A livello macro, le vendite al dettaglio hanno registrato una crescita dello 0,8%, contro lo 0,5% stimato dal mercato. Escludendo la componente relativa alle auto, l’indicatore ha messo a segno un rialzo dello 0,4%, contro il +0,2% previsto.

L’indice dei prezzi alla produzione e’ risultato invariato rispetto al mese precedente. Gli analisti avevano stimato un incremento dello 0,2%. L’indice ”core” ha registrato un calo dello 0,1%, contro il +0,1% atteso.

Alle 14:40 (le 8:40 ora di New York), il contratto future sull’indice S&P 500 è in ribasso di 11,80 punti (-1,33%).

Il contratto sull’indice Nasdaq è in ribasso di 11,50 punti (-1,25%).

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 103 punti (-1,23%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 3,93%.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI PRE-BORSA, in INSIDER.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA