WALL ST: FUTURE IN VOLO DOPO VENDITE AL DETTAGLIO

14 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’avvio degli scambi a New York, i future sugli indici incrementano i guadagni dopo il dato molto positivo relativo alle vendite al dettaglio Usa di aprile.

Il dato ha registrato un incremento dell’1,2%, la crescita piu’ alta che il dato ha messo a segno dall’ottobre del 2001.
L’indicatore e’ inoltre nettamente superiore alle stime di mercato, dal momento che gli analisti avevano previsto un rialzo dello 0,7% (consensus CNBC/Dow Jones).

Alle 14:33 (le 8:33 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 11,50 punti (+1,07%).

Il contratto sull’indice Nasdaq è in rialzo di 32 punti (+2,58%)

Il contratto sull’indice Dow Jones avanza di 100 punti (+0,99%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi in calo a 96,30 e rendimenti in rialzo al 5,28%.

Sul fronte macroeconomico

Nel mese di aprile le vendite al dettaglio negli Usa hanno registrato un incremento dell’1,2%, la crescita piu’ alta che il dato ha messo a segno dall’ottobre del 2001.
L’indicatore si enettamente superiore alle stime di mercato, dal momento che gli analisti avevano previsto un rialzo dello 0,7% (consensus CNBC/Dow Jones). Escluso il settore auto, le vendite al dettaglio hanno messo a segno un incremento dell’1% contro un rialzo dello 0,5% stimato dagli analisti.

Tra i titoli in movimento nel preborsa

In crescita il colosso retail e blue chip del Dow Jones Wal-Mart (WMT – Nyse) che ha messo a segno una trimestrale al di sopra delle stime e ha espresso fiducia sui prossimi risultati. Il gruppo e’ stato premiato dai commenti positivi della banca d’affari Morgan Stanley.

In guadagno il colosso dei semiconduttori Intel (INTC – Nasdaq) dopo la nota positiva di Eric Rothdeutsch, analista della banca d’affari Robertson Stephens che ha alzato il giudizio sul colosso dei semiconduttori Intel (INTC – Nasdaq) da ‘market perform’ a ‘buy’, citando le aspettative di un aumento della domanda di PC nella seconda parte dell’anno e una media migliore dei prezzi di vendita dei chip.

Cresce anche il titolo del gigante dei PC Dell (DELL – Nasdaq), dopo che la banca d’affari Merrill Lynch ha dichiarato che una serie di feed back ricevuti sulle attivita’ del gruppo indicano che Dell mettera’ a segno un primo trimestre – che sara’ annunciato il 16 maggio- in linea o al di sopra delle stime.

In forte rialzo anche il titolo del colosso dell’elettronica Flextronics (FLEX – Nasdaq) che ha messo a segno un grosso affare con la giapponese Casio – della quale acquisira’ due fabbriche in giappone e Malesia – ottenendo il plauso della banca d’affari Prudential.

Buona la performance dell’azienda del lusso Tiffany & Co. (TIF – Nyse) che nel primo trimestre 2002 ha registrato utili netti di 22 centesimi per azione, in crescita ai 20 centesimi per azione di un anno fa e in linea con le stime di mercato.

In guadagno anche la catena di grandi magazzini JC Penney (JCP – Nyse) che nel primo trimestre 2002 ha registrato utili per azione di 29 centesimi, in forte crescita rispetto agli 11 centesimi dello stesso periodo dell’anno scorso e nettamente superiori alle stime degli analisti, che avevano previsto un risultato di 24 centesimi per azione (consensus Zacks).

In forte calo, invece, l’operatore di telefonia di lunga distanza WorlCom (WCOM – Nasdaq) che o ggi dopo la chiusura dei mercati verra’ rimosso dall’indice S&P 500 e rimpiazzato con Apollo Group (APOL – Nasdaq), società che opera nel business dell’istruzione privata.

Insieme a Worldcom esce anche US Airways (U – Nyse), che ieri ha comunicato che potrebbe far richiesta di amministrazione controllata (chapter 11).

Per avere piu’ dettagli clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!