WALL ST. ESTENDE I RIALZI, TORO SUI FINANZIARI

23 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street sta estendendo i guadagni, spinta dai dettagli sul piano salva banche preparato dall’amministrazione Obama e dal dato sorprendentemente positivo giunto dal mercato immobiliare, che ha evidenziato il maggior rialzo mensile delle vendite di case esistenti negli Usa a febbraio.

A riportare con forza gli acquisti sull’azionario sono stati in mattinata i dettagli rilasciati dal segretario al tesoro Usa Timothy Geithner sul piano salva-banche. Il programma prevede la creazione di un nuovo fondo d’investimento mirato all’acquisto di mutui ed altri elementi “tossici” che continuano a gravare sui bilanci degli istituti finanziari, attraverso una combinazione di capitali versati da contribuenti ed investitori privati. Il valore iniziale del piano e’ pari a $500 miliardi, e potrebbe estendersi fino a $1000 miliardi.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

A beneficiare dell’annuncio sono in primo luogo i titoli del comparto finanziario: la vendita degli assets “cattivi” migliorera’ il bilancio di quegli istituti risucchiati dal ciclone “subprime”, responsabile del tremendo calo dell’azionario negli ultimi mesi che ha depresso il valore dei titoli quotati a livelli mai visti in precedenza.

Citigroup e Bank of America (le due grosse banche maggiormente esposte al rischio di nazionalizzazione) segnano rialzi vicini ai 20 punti percentuali, seguono Wells Fargo, JP Morgan e Morgan Stanley, in progresso del 12%-14%. Goldman Sachs avanza del 9%, cosi’ come lo spider settoriale XLF.