WALL ST: DOW SULLA PARITA’, NASDAQ FRENA GUADAGNI

9 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ giornata il Dow e’ sulla parita’ e il Nasdaq comincia a contenere i guadagni, mentre il clima e’ cauto in attesa dei risultati societari che verranno pubblicati in settimana da importanti societa’, tra cui Motorola (MOT – Nyse) e Yahoo! (YHOO – Nasdaq).

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

“Oggi abbiamo visto un’inattesa reazione rialzista del mercato”, ha commentato Alan Ackerman, executive vice president di Fahnestock & Co, aggiungendo che gli acquisti rispecchiano una correzione tecnica dopo il tonfo di venerdi’ scorso.

“Sembra stia prevalendo la caccia agli affari, tuttavia credo che l’umore sara’ caratterizzato principalmente dalla cautela”, ha infine sottolineato Ackerman.

Su Comcast Cable Communications Inc. (CMCSA – Nasdaq) pesa l’offerta lanciata sulla divisione di attivita’ a banda larga di AT&T (T – Nyse).

Fortemente penalizzato e’ il settore tecnologico anche dopo le cattive notizie di Webvan (WBVN – Nasdaq) e NCR Corp (NCR – Nyse), societa’ che produce sistemi informatici per le banche e le catene di negozi e grandi magazzini, che ha annunciato un allarme utili per il secondo trimestre.

Il tabellone elettronico si lascia pero’ trainare dalla notizia di Qualcomm (QCOM – Nasdaq), che ha annunciato una joint venture con la sudcoreana SK Telecom Co nell’ambito della tecnologia di accesso rapido a Internet di Qualcomm.

Una ventata di ottimismo soffia grazie a uno studio della National Association for Business Economics (NABE), il quale ha mostrato che un crescente numero di societa’ americane ritengono che gli investimenti in conto capitale – come infrastrutture, macchinari, software e beni immobili – aumenteranno nei prossimi sei mesi dando una forte spinta per la crescita economica.

Il NABE sostiene infatti che un terzo dei 135 dirigenti e analisti intervistati prevede che gli investimenti in conto capitale si riprenderanno dopo il forte declino registrato dall’inizio dell’anno.

In aprile solo il 25% degli intervistati era ottimista.

Lo studio mostra inoltre che molti economisti a Wall Street indicano che una prossima ripresa dell’economia americana dipendera’ in maniera preponderante da un incremento delle spese in conto capitale delle societa’ USA, anche se pochi di questi prevedono che questo incremento avvenga a breve.

Sul fronte macroeconomico, e’ atteso alle 21.00 (le 15.00 a New York), il dato relativo al credito al consumo di maggio.

Sui listini in generale, stanno mostrando una tendenza al rialzo i settori biotech, computer, software, Internet, cartario, sanita’, aereo, farmaceutico

In ribasso, invece, i settori petrolifero, gas naturale, brokeraggio, oro.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore media:

AOL Time Warner (AOL – Nyse) guadagna l’1,75% dopo aver nominato presidente e amministratore delegato di CNN News Group, Walter Isaacson, ex direttore editoriale di Time Inc., societa’ che pubblica l’omonimo settimanale.
(Vedi CNN: AOL Time Warner nomina nuovo CEO )

Nel settore infrastrutture per le tlc:

Il vice amministratore delegato di Marconi (MONI – Nasdaq), John Mayo, si e’ dimesso venerdi’ scorso dopo che l’azienda ha annunciato una forte caduta delle vendite e degli utili. In questo momento, MONI sta guadagnando il 6,25%.
(Vedi Tlc: si dimette numero due di Marconi )

Nel settore Internet:

Webvan (WBVN – Nasdaq) sta cedendo oltre il 16,5% dopo aver annunciato la chiusura delle attivita’ e il prossimo licenziamento di 2.000 dipendenti.
(Vedi Internet: Webvan chiude e licenzia 2.000 persone )

Priceline.com (PCLN – Nasdaq) e’ in rialzo del 2,5%, dopo che Merrill Lynch ne ha incrementato il rating da “Neutral” ad “Accumulate”.
(Vedi Preborsa: Priceline +6% dopo upgrade Merrill )

Nel settore telecomunicazioni:

Sotto i riflettori AT&T (T – Nyse).
La divisione AT&T Wireless (AWE – Nyse), lo spin-off annunciato lo scorso ottobre, diventa oggi a tutti gli effetti indipendente.
Il colosso telefonico, inoltre ha fatto sapere questa mattina di non aver nessun piano riguardo alla vendita della divisione broadband, nonostante l’offerta pervenuta da Comcast (CMCSK – Nasdaq).
T guadagna adesso il 9,5%, AWE cede l’1,75%, CMCSA sta lasciando sul campo l’8%.
(Vedi Tlc: AT&T Wireless taglia il cordone con AT&T e AT&T: nessun piano di vendere divisione broadband e Tlc: Comcast vuole AT&T Broadband per $44,5 mld )

Nel settore informatico:

NCR Corp (NCR – Nyse), societa’ che produce sistemi informatici per le banche e le catene di negozi e grandi magazzini, ha lanciato un allarme utili per il secondo trimestre e sulla scia di questa notizia, in borsa, sta perdendo il 14,5%
(Vedi NCR Corp riduce stime per il secondo trimestre )

Nel settore grande distribuzione:

Safeway (SWY – Nyse) e’ in calo del 7,25% dopo aver pubblicato un utile per azione in crescita nel secondo trimestre, registrando risultati in linea con le attese di Wall Street.
(Vedi Utili: Safeway pubblica risultati in crescita )