WALL ST: DOW E NASDAQ GIU’, PESANO FINANZIARI

27 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Al giro di boa sulla piazza di New York, gli indici sono trattenuti in territorio negativo. Prevale clima di incertezza.

A frenare gli investitori le cattive notizie dal fronte finanziario e il dato sulla vendita di case esistenti, mentre per il resto della settimana sono attesi ulteriori dati macroeconomici.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

La vendita di case esistenti negli Stati Uniti ha registrato un calo del 3% nel mese di luglio, raggiungendo quota 5,17 milioni.

Un sondaggio condotto dal canale televisivo CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones mostra che gli economisti intervistati si attendevano un calo a 5,27 milioni di unita’ vendute.

In giugno il dato aveva segnato un calo dello 0,6% portandosi a quota 5,33 milioni di unita’ vendute.
VEDI:


USA: VENDITA CASE ESISTENTI -3% IN LUGLIO

I titoli finanziari risentono del downgrade di Richard Strauss, analista di Goldman Sachs, che ha ridotto le stime su Morgan Stanley Dean Witter (MWD – Nyse), Lehman Brothers (LEH – Nyse) e Charles Schwab (SCH – Nyse).

Spento l’entusiasmo del rally di venerdi’ scorso, si accendono le considerazioni degli analisti che hanno espresso le loro previsioni sull’andamento del mercato. “La reazione di venerdi’ ha indicato come il mercato sia affamato di buone notizie”, ha commentato Darrell Anderson, gestore di fondi presso Mawer Investment Management.

“Siamo cautamente ottimisti per i prossimi 12-18 mesi, ma credo che per il breve termine le condizioni non miglioreranno”.

“C’e’ molta incertezza e gli investitori sono cauti – ha commentato Tony Dwyer, chief market strategist di Kirlin Securities, aggiungendo che da maggio ogni rally si e’ rivelato inconsistente e – il mercato teme che anche questa volta non sara’ diverso”.

“Non penso che avremo una direzione certa fino a che non assisteremo a un’inversione del trend degli utili, cosi’ restiamo in attesa che i gestori di portafoglio tornino dalle vacanze”, sostiene John Davidson, chief investment officer presso Circle Trust Co.

“La maggior parte degli investitori crede che il mercato non registrera’ un rally fino a che non ci sara’ visibilita’ in termini di utili e di prospettive economiche, e questo non avverra’ certo nell’ultima settimana di agosto”, ha dichiarato James Volk di D.A. Davidson & Co.

Pesa stamane sui mercati il report del Wall Street Journal secondo cui gli investitori hanno messo in dubbio gli upgrading del settore semiconduttori a causa delle valutazioni ancora troppo elevate.
VEDI:


CHIP: IN DUBBIO I GIUDIZI DEGLI ANALISTI