WALL ST: DOW ALLE STELLE NASDAQ CHIUDE PIATTO

di Redazione Wall Street Italia
27 Ottobre 2000 22:00

Alla chiusura delle contrattazioni sulla piazza di New York, l’indice delle Blue Chip strappa un formidabile rialzo di oltre 210 punti, mentre i tecnologici lasciano il tabellone del Nasdaq pressoche’ piatto.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.278,26 (+0,19%), il Dow Jones ha chiuso a 10.590,62 (+2,03%), l’ S&P 500 a 1.379,56 (+1,11%) e il Russell 2000 a 479,85 (+0,02%).

I grandi titoli industriali sono partiti in rally sin dall’apertura, sulla diffusione dei dati economici che indicano inflazione fredda e crescita rallentata dell’economia.

Gli investitori a questo punto hanno iniziato a sperare che la Federal Reserve, dopo la cura da cavallo imposta dal suo presidente, Alan Greenspan, faccia marcia indietro e consideri l’ipotesi di abbassare i tassi d’interesse.

Il costo del denaro e’ attualmente del 6,5% (Fed funds), il livello massimo da un decennio a questa parte e in presenza di un rallentamento dell’economia, non pare esservi ragione di mantenere questo ulteriore freno.

Un ulteriore segnale rassicurante e’ arrivato sul fronte energetico: Ali’ Rodriguez, segretario dell’Opec, ha fatto sapere da Caracas che, con tutta probabilita’ l’organizzazione dei paesi produttori annuncera’ lunedi’ prossimo un aumento della produzione per contrastare il caro-petrolio e venire incontro alla domanda dei paesi occidentali.

Il tabellone elettronico del Nasdaq ha oscillato nervosamente attorno alla parita’ e i tentativi di rialzo sono naufragati in un nulla di fatto: le societa’ high-tech sono infatti meno sensibili alle variazioni del costo del denaro poiche’ utilizzano abitualmente canali alternativi a quello bancario per finanziarsi.

Il mondo delle telecomunicazioni e di Internet trova piuttosto ragione di preoccupazione nel rallentamemnto della crescita economica, un fattore che pone un serio interrogativo sulle prospettive dei profitti societari.

Gli investitori stanno cercando di sbarazzarsi delle societa’ sopravvalutate dal punto di vista del rapporto prezzo/utili e cercano di cogliere al volo le occasioni: titoli di qualita’ con prezzi ai minimi.

Sui listini in generale, tendenza al rialzo per pc, telecomunicazioni, finanziario, assicurativi, utenze.

Segno meno invece per biotecnologie, farmaceutico, semiconduttori, petrolifero.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore delle attrezzature per le telecomunicazioni, JDS Uniphase Corp. (JDSU), il primo produttore mondiale di componentistica per i sistemi a fibre ottiche, ha chiuso il terzo trimestre con un utile di 18 centesimi per azione, al di sopra delle aspettative dei principali analisti che avevano previsto utili di 16 centesimi per azione. Il titolo ha guadagnato quasi il 4%.
(Vedi Utili: JDS Uniphase batte le aspettative e Aziende: tutti i risultati del trimestre )

Nel settore dei software, pirati informatici sono riusciti a penetrare i computer del quartier generale di Microsoft (MSFT), il primo produttore mondiale di software. L’FBI ha immediatamente aperto la caccia ai responsabili. Si teme possa essere stato trafugato il codice di Windows. Il titolo ha guadagnato quasi il 5%.
(Vedi Hacker: attacco al cuore di Microsoft)

Nel settore dell’editoria, il gruppo britannico Reed Elsevier Plc ha deciso di comprare Harcourt General Inc (H), il più grande editore nel settore medico-scientifico, per $5,6 miliardi al fine di aumentare le sue pubblicazioni. Il titolo Harcoutr ha guadagnato oltre il 9%.
(Vedi La britannica Reed compra Harcourt per $5,6 Mld)

Nel settore Internet, il consiglio degli azionisti di Lycos Inc. (LCOS) si e’ dichiarato favorevole alla fusione con la societa’ spagnola Terra Networks SA (TRRA), spianando la strada alla creazione del terzo portale di accesso a Internet al mondo. Il titolo Lycos ha guadagnato quasi l’ 1%, mentre il titolo Terra ha perso oltre l’ 1%.
(Vedi Internet: Lycos e Terra, ok fusione da $4,6 Mld)

Nello stesso settore, all’inizio della settimana Amazon.com (AMZN) ha annunciato per il terzo trimestre perdite inferiori alle aspettative e vendite in aumento, ma Lehman Brothers ammonisce gli investitori di non acquistare titoli convertibili del commerciante online poiche’ la sua liquidita’ e’ inferiore al previsto. Il titolo ha perso oltre il 3%.
(Vedi Guru: Lehman boccia Amazon.com)

Sempre nel settore Internet, NBC Internet (NBCI) ha chiuso il terzo trimestre con una perdita di 88 centesimi, inferiore al dollaro previsto dagli analisti. Il titolo ha guadagnato quasi il 16%.
(Vedi Aziende: tutti i risultati del trimestre )

Nello stesso settore, Homestore.com (HOMS) ha acquistato da Cedant (CD) il portale dedicato alla compravendita di immobili Move.com per circa $761 milioni in azioni. Il titolo Homestore ha guadagnato oltre il 31%, mentre il titolo Cedant ha guadagnato il 10%.

Nel settore delle bioteconologie, Amgen (AMGN) ha presentato risultati di bilancio in linea con le aspettative ma ha perso quest’oggi quasi il 14% dopo aver annunciato che gli utili per l’intero anno saranno inferiori a $1,06-$1,08 previsti in precedenza.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive
cliccando sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE    (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

NT

Nortel Networks

38,065,600

45.063

-0.313

-0.69%

T

AT&T

33,307,200

22.063

+0.250

+1.15%

GLW

Corning

18,719,000

77.438

+7.438

+10.63%

LU

Lucent Technologies

15,862,200

20.938

-0.063

-0.30%

GE

General Electric

12,823,100

52.188

+0.063

+0.12%

PFE

Pfizer

12,608,700

43.938

-1.438

-3.17%

CPQ

Compaq Computer

12,881,400

29.640

-0.260

-0.87%

C

Citigroup

11,824,200

50.313

+1.313

+2.68%

WMT

Wal-Mart Stores

10,124,300

43.500

+0.063

+0.14%

NOK

Nokia

10,910,500

40.063

+1.500

+3.89%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi,
prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE   (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

JDSU

JDS Uniphase

73,231,900

79.125

+4.688

+6.30%

CSCO

Cisco Systems

65,488,900

51.750

-1.813

-3.38%

MSFT

Microsoft

56,744,800

67.813

+3.375

+5.24%

WCOM

WorldCom

47,600,400

21.938

+0.188

+0.86%

INTC

Intel

45,926,900

46.406

+1.719

+3.85%

ADCT

ADC Telecom

31,843,900

18.000

-0.813

-4.32%

ORCL

Oracle 

31,635,600

34.250

+0.188

+0.55%

AMGN

Amgen

31,534,400

59.000

-9.500

-13.87%

SUNW

Sun Microsystems

24,183,600

103.313

+1.313

+1.29%

CIEN

CIENA

23,849,900

107.750

+4.750

+4.61%