WALL ST: DELUSIONE DAGLI UTILI, INDICI ANCORA DEBOLI

26 Ottobre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta debole per i listini americani, su cui pesano le cattive notizie sugli utili societari. Il Dow Jones cede lo 0.06% a 10375, l’S&P500 e’ invariato a 1196 e il Nasdaq guadagna lo 0.10% a 2111. Il lieve ritracciamento del petrolio non sembra al momento sufficiente per far tornare gli acquisti sul mercato azionario.

Ad estendere le vendite sono stati i deludenti aggiornamenti dal fronte degli utili societari. Il colosso aerospaziale Boeing ha riportato utili, esclusi i benefici fiscali, inferiori alle stime degli analisti. L’outlook positivo offerto sull’intero anno fiscale non e’ stato sufficiente a trainare al rialzo il titolo che al momento cede il 3.97%.

Il gruppo petrolifero Amerada Hesse ha riportato un aumento dei ricavi nel terzo trimestre, ma gli utili per azione si sono attestati ad un livello inferiori a quello previsto dagli analisti.

Intanto nell’after hour di martedi’, il colosso retail online, Amazon.com, ha riportato utili inferiori alle previsioni ed ha offerto un outlook rivelatosi al di sotto delle aspettative di molti operatori. Il titolo sta cedendo oltre il 12%. La banca d’affari Piper Jaffray, inoltre, ne ha tagliato il target price da $44 a $40 e le stime sull’EPS del 2005.

Ha deluso le attese anche la societa’ hi-tech, Flextronics International, scesa anch’essa di oltre il 12% in seguito alla comunicazione di una perdita trimestrale e di previsioni inferiori a quelle di Wall Street.

Passando al comparto energetico, dopo essere avanzato di quasi il 3% nella sessione di martedi’ (sulle previsioni di un rigido inverno), il contratto futures sul petrolio con scadenza dicembre in mattinata e’ in ribasso di 42 centesimi a quota $62.02 al barile. Alle 10:30 ora italiana sara’ comunicato il dato settimanale sulle scorte di petrolio. Le attese degli analisti sono per un calo delle scorte di distillati per 800 mila barili, ma per un incremento delle scorte di greggio di 1.9 milioni di unita’.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati sono in netto ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.58% contro il 4.53% della chiusura di martedi’. L’oro cede 10 centesimi a $474.60 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.2086 contro il dollaro.