WALL ST DEBOLE, MERRILL NON VEDE ANCORA IL FONDO

10 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici Usa continuano a rivelare un andamento incerto. Dopo mezzora dall’inizio delle contrattazioni i mercati rimangono ingessati, alla ricerca di spunti rialzisti che il mercato sembra incapace di offrire. Lieve recupero del Nasdaq, che tuttavia rimane piatto. Debole anche il Dow Jones.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Pesa la dichiarazione della banca d’affari Merrill Lynch , che ha puntualizzato prima della seduta che le azioni non hanno ancora toccato il fondo .

A rendere piu’ fosco lo scenario la decisione della banca d’affari Salomon Smith Barney di tagliare le stime sullo S&P 500 e sul Dow Jones.

A livello settoriale

Intel recupera sulla scia del giudizio positivo espresso da First Albany. La banca d’affari ha alzato il rating sul titolo .

Notizie poco confortanti, invece, sul settore infrastrutture per comunicazioni . I due giganti del settore Juniper Networks (JNPR – Nasdaq) e Tellabs (TLAB – Nasdaq) sono stati infatti bacchettati dalla banca d’affari UBS Warburg , che ha tagliato le stime sugli utili e sul fatturato del 2002 e del 2003 delle due societa’.

Nel settore infrastrutture Internet (NWX ) si mette in evidenza anche il numero uno Cisco (CSCO – Nasdaq), il cui rating e’ stato ridotto a neutral dalla banca d’affari Bear Stearns .

Toni chiaro scuri invece, per i titoli wireless (YLS). Le banche d’affari hanno infatti espresso giudizi contrastati sul settore . In particolare JP Morgan ha emesso un upgrade sul colosso finlandese Nokia (NOK – Nyse) e sulla rivale Ericsson (ERICY – Nasdaq), sottolineando che i titoli scontano gia’ gli scenari difficili per il comparto. Merrill Lynch ha invece tagliato le stime sui risultati 2002-2003 di Nokia. Notizie positive per il produttore di computer palmari Palm (PALM – Nasdaq), che a breve annuncera’ un nuovo sistema operativo che migliorera’ la tecnologia dei palmari.

Sotto i riflettori il comparto Internet (DOT ), che potrebbe accusare perdite sulla scia dei ribassi del colosso Amazon.com (AMZN – Nasdaq), penalizzato da un articolo negativo di Barron’s , che ha riportato una dichiarazione di un analista di Prudential che ha deciso di tagliare il target sul prezzo per il titolo a 12 mesi a $10(il titolo venerdi’ ha chiuso a $18,58).

Sotto pressione il settore brokeraggio (DJ_SCR ), dopo la nota negativa di J.P. Morgan su Merrill Lynch (MER – Nyse). Il settore e’ stato bastonato anche dal giudizio poco confortante di UBS Warburg sui broker.

Male i biotech (BTK ) sulla scia di Imclone (IMCL – Nasdaq), che cede piu’ del 5% accusata dai dipendenti di scarsa trasparenza

Da segnalare

Pochi minuti fa il circuito eletrronico Instinet ha comunicato l’acquisto Island per $508 milioni.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!