WALL ST. CORRE: SI SPECULA SU RITORNO ALLA CRESCITA

16 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

I listini azionari americani si avvicinano al traguardo di meta’ seduta in rialzo, estendendo i guadagni visti in tutto il mondo che hanno spinto l’indice MSCI World sui massimi di quasi un anno. Nel frattempo i prezzi delle materie continuano a salire sulle speculazioni che l’economia sia tornata a crescere.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

I titoli dei giganti minerari Alcoa e Barrick Gold accelerano di almeno il 2.5% sulla scia del rincaro dei dei metalli. Citigroup guadagna il 3% circa dopo che persone informate sui fatti hanno reso noto che la terza maggiore banca Usa sta studiando un modo per uscire dal programma di debito garantito del governo.

Le conglomerate industriali General Electric e Caterpillar fanno un balzo dell’1.5% dopo che i dati rilasciati dalla Federal Reserve hanno mostrato un incremento della produzione industraile superiore alle previsioni.

“L’appetito verso il rischio sta crescendo, con gli investitori che hanno sempre piu’ fiducia nella ripresa dell’economia”, dice John Carey, money manager di Pioneer Investments. “La gente e’ sempre piu’ propensa a investire denaro nel mercato azionario. E’ alta soprattutto la fiducia nelle societa’ piu’ grandi, come GE, che durante la crisi del credito navigavano invece in acque molto cattive.”

I listini azionari del mondo continuano a guadagnare terreno dopo che l’S&P 500 ha toccato ieri i massimi di quasi un anno, incoraggiato dai risultati migliori delle previsioni registrati dalle vendite al dettaglio e dopo che l’investitore milionario Warren Buffett ha annunciato che il suo fondo di investimento Berkshire Hathawat e’ tornato a investire nell’azionario.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Reg banks- KRE +6.5%, Coal- KOL +4.5%, SPDRS homebuilders- XHB +4.5%, Comm banks- KBE +4.5%, Nat gas- UNG +3.5%, SPDRS metals/mining- XME +3.5%, Base metals- DBB +3.5%, iShares REITS/real estate- ICF +3.5%, IYR +3%, Steel- SLX +3%, US airlines- FAA +3%, Oil HLDRS- OIH +3%, Financials- XLF +3%, IYF +3%, Gold miners- GDX +2.5%, Dry-bulk shippers- SEA +2.5%. Tra i piu’ forti ribassi: Ag commods- DBA -1%, Semis- SMH -.5%, Pharma HLDRS- PPH -.5%, Livestock commods- COW -.5%.

Alle 19 circa il volume di scambio e’ di 670 milioni di pezzi al NYSE e 1.26 miliardi al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 2385 a 577 al Nyse e 1720 a 886 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 334 a 3 al NYSE e 118 a 4 al Nasdaq.