Società

WALL ST. CONTRASTATA, GRANDE ATTESA PER GLI UTILI

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Contrastata la chiusura di Wall Street. In leggero rialzo il Dow Jones, avanzato dello 0.12%a 11103, positivo anche l’S&P500 con +0.15% a 1267, in rosso invece il Nasdaq con una performance negativa dello 0.62% a 2116. La debolezza nel comparto tecnologico ha alzato alcuni timori in vista della stagione degli utili, che oggi entrera’ nel vivo con la comunicazione dei risultati di Alcoa, dopo la chiusura delle borse.

Gli analisti mettono in evidenza come diverse societa’ hi-tech abbiano gia’ lanciato profit warning sui risulttai del trimestre appena conclusosi. Tra queste spiccano Kronos, EMC ed Advanced Micro Devices, ma gli esperti tengono a sottolineare il fatto che la spesa nel comparto e’ ancora relativamente alta.

Resta tuttavia l’ottimismo, dunque, circa i risultati aziendali, nonostante il continuo aumento del costo del denaro e gli elevati prezzi energetici. Le stime indicano un aumento del 12.3% degli utili per le societa’ facenti parte dell’indice S&P500, il che potrebbe rappresentare il dodicesimo trimestre consecutivo caratterizzato da una crescita dei profitti a doppia cifra.

In giornata, subito dopo la chiusura delle contrattazioni, il gigante dell’alluminio Alcoa diffondera’ i numeri fiscali relativi agli ultimi tre mesi di attivita’. Le stime indicano un incremento medio dei profitti di 85 centesimi per azione, accompagnati da ricavi che dovrebbero attestarsi a circa $8 miliardi. Il titolo ha subito un po’ di nervosismo durante gli scambi, chiudendo poco sotto la parita’.

Tra i titoli del Dow Jones a realizzare le migliori performance sono stati Du Pont, McDonald’s e Coca Cola. In evidenza anche il titolo del colosso entertainment Walt Disney, avanzato grazie agli strepitosi incassi registrati ai botteghini dal sequel di “Pirates of the Caribbean”: $132 milioni in un solo weekend, superando il precedente record detenuto dal film SpiderMan. In particolare ribasso, invece, Intel, Hewlett-Packard e 3M Company che, ricordiamo, la scorsa settimana ha annunciato difficolta’ nel rispettare le precedenti stime sui risultati aziendali.

Proseguono, intanto, le attivita’ societarie di Mergers & Acquisitions. Kraft Foods, la seconda compagnia alimentare al mondo, ha rilevato l’inglese United Biscuits per un corrispettivo di $1.1 miliardi.

Nel comparto energetico, il petrolio ha esteso le perdite con l’apparente distensione del clima geopolitico con riferimento alle ambizioni nucleari di Teheran e al lancio missilistico della Corea del Nord. I futures con scadenza agosto hanno chiuso in ribasso di $1.53 a quota $73.63 al barile.

Non hanno svolto un grosso ruolo nelle contrattazioni giornaliere, invece, i due dati macro in calendario. Nel mese di maggio le scorte di magazzino all’ingrosso hanno registrato un incremento dello 0.8% contro lo 0.5% atteso, il credito al consumo e’ cresciuto del 2.4% ($4.4 miliardi), oltre le attese.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sul valutario, l’euro e’ risultato debole nei confronti del dollaro. Nel tardo pomeriggio di lunedi’ a New York il cambio tra le due valute e’ di 1.2736. L’oro ha chiuso in perdita. I futures con scadenza agosto sono arretrati di $8.70 a $626.10 all’oncia. Ancora in progresso, infine, i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 5.13%.