WALL ST: BENE I FUTURES DOPO PREZZI IMPORTAZIONI

15 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora dall’apertura delle borse a New York, i futures hanno reagito in maniera positiva al dato sui prezzi import/export. I contratti rimamgono in territorio positivo, con il future sul Dow Jones che accentua i guadagni

A guidare i rialzi e’ il contratto sull’indice dei titoli tecnologici, su cui non sembra incidere il ‘downgrade’ di Prudential Securities sul titolo Amazon (AMZN – Nasdaq).

Alle 14:35 (le 8:35 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 3,70 punti (+0,28%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 33 punti (+1,42%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 12 punti (+0,24%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $988,1 e rendimenti al 5,15%.

Nel settore tecnologico, oggi sara’ una giornta decisiva per capire lo stato di salute del comparto dei pc, uno dei piu’ colpiti dalle perdite della settimana scorsa.

Quest sera, dopo la chiusra dei mercati, sono attesi i risultati di due ‘big’ dei personal computer, Dell Computer (DELL – Nasdaq) e Hewlett-Packard (HWP – Nyse).

Sul fronte macroeconomico, dopo la diffusione del dato sui prezzi import/export, dovrebbero giungere segnali importanti sullo stato dell’economia reale anche dal discorso del presidente del Fed di Richmond (uno dei membri del FOMC).