WALL ST: AVVIO ALL’INSEGNA DELLA PRUDENZA

24 Febbraio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street da’ avvio alla settimana all’insegna della prudenza, in una giornata caratterizzata dall’assenza di dati macroeconomici.

La debolezza degli indici americani e’ stata alimentata da un nuovo scandalo contabile, che ha visto sotto i riflettori il gigante della distribuzione Royal Ahold. La societa’ olandese avrebbe gonfiato i risultati di bilancio. Immediata la reazione dell’amministratore delegato, che ha reagito lasciando le redini del gruppo.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

La preoccupazione sullo stato dell’economia Usa e le possibili conseguenze di una guerra con l’Iraq hanno provocato il crollo dell’Index of Investors Optimism , altro elemento che gioca a sfavore della performance degli indici.

L’indicatore e’ scivolato di 29 punti, portandosi a quota 9, il livello piu’ basso mai toccato.

A pesare sui mercati e sul Dow Jones e’ anche Citigroup (C – Nyse). Il colosso finanziario e’ alle prese con la Securities and Exchange Commission per rispondere alle accuse relative alle responsabilita’ nello scandalo Enron. A fare da contraltare e’ invece il guadagno della conglomerata General Electric (GE – Nyse), premiata dalla fiducia manifestata da Sonya Thadhani, senior vice president di Bailard Biehl& Kaiser , in un’intervista rilasciata al settimanale finanziario Barron’. Per Thadano l’azione ha un margine di rialzo considerevole, soprattutto se paragonata alle concorrenti 3M (MMM – Nyse) e Honeywell (HON – Nyse). “Il titolo e’ calato significativamente, ma le sue prospettive sono ancora brillanti” scrive Barron’s. La rivista scrive inoltre che pessimismo che prevale a Wall Street “ha creato una potenziale opportunita’ per gli investitori”.

Occhio sul Dow Jones alla performance del titolo del colosso di intrattenimento Walt-Disney (DIS – Nyse). Le stime sugli utili del 2003 del gigante sono state sforbiciate.

E da un articolo di Barron’s ha tratto beneficio anche il gruppo software Intuit (INTU – Nasdaq). L’azione del gruppo e’ stata considerata appetibile per le sue potenzialita’ di crescita.. Non ultimo il giudizio positivo che un’analista della banca d’affari Bernstein ha reso noto sempre nella stessa rivista, relativamente al titolo del colosso informatico SunMicrosystems (SUNW – Nasdaq). Per il broker “il titolo potrebbe salire fino a $4. L’analista ha inoltre espresso una nota ottimista anche su Hewlett Packard (HPQ – Nyse).

A tenere banco nella seduta odierna la buona performance del titolo della societa’ retail Lowe’s (LOW – Nyse), che ha accolto positivamente i risultati di bilancio positivi comunicati prima dell’inizio delle contrattazioni dal gruppo retail. Immediata la reazione della banca d’affari Jefferies, che ha prontamente alzato il giudizio sull’azione. Meno confortranti, invece, le notizie relative al colosso retail e blue chip del Dow Jones distribuzione Wal-Mart . (WMT – Nyse) che a febbraio ha accusato un rallentamento delle vendite. Tra i retail si mette in luce J.C.Penney (JCP – Nyse), che ha abbatto le stime sul fatturato relative al mese di febbraio.

Bene Nokia (NOK – Nyse), premiata con un “outperform” da SG Cowen.

Sul Nasdaq si mette in evidenza la performance del titolo della societa’ di archiviazione dati QLogic (QLGC – Nasdaq) che, secondo alcuni rumor che circolano nelle sale operative, potrebbe essere vittima della scelte strategiche adottate da una concorrenza sempre piu’ agguerrita.

Sul fronte societario si mette sotto i riflettori anche il colosso farmaceutico Merck (MRK – Nyse), sotto accusa per aver ottenuto dal governo rimborsi piu’ elevati per i farmaci venduti, contravvenendo a una legge del 1990 che regola la materia in fatto di rimborsi.

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.