WALL ST APRE SOTTO I MINIMI DEGLI ULTIMI 5 MESI

12 Marzo 2003, di Redazione Wall Street Italia

Apertura in rosso per Wall Street. La smentita da parte della CIA della notizia relativa alla cattura di Osama bin Laden ha immediatamente azzerato l’improvvisa impennata che i mercati hanno registrato prima dell’inizio della seduta, scommettendo sull’arresto del leader di al Qaeda.

Sul fronte macroeconomico e’ stato comunicato, prima dell’avvio delle contrattazioni, il dato relativo al deficit della bilancia commerciale di gennaio , che si e’ rivelato positivo, frenando cosi’ le vendite sulle borse.

Sul fronte macroeconomico e’ stato comunicato, prima dell’avvio delle contrattazioni, il dato relativo al deficit della bilancia commerciale di gennaio , che si e’ rivelato positivo, frenando cosi’ le vendite sulle borse.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Ma le condizioni in cui versa Wall Street rimangono precarie. Nella seduta di mercoledi’ gli indici azionari hanno chiuso al livello piu’ basso dal 9 ottobre del 2001. Alcuni economisti temono che gli indici Usa potrebbero concludere il 2003 in calo per il quarto ribasso consecutivo su base annuale. Si teme che le preoccupazioni relative al conflitto con l’Iraq possano zavorrare la fiducia dei consumatori e delle aziende.

Tra le notizie societarie si mette in evidenza la decisione di Goldman Sachs di rivedere al rialzo il rating sul titolo della societa’ di assicurazione sanitaria Aetna (AET – Nyse).

Occhio alla blue chip del Dow Jones McDonald’s, che ha annunciato che nel mese di febbraio le vendite su base comparata sono scese del 4,7%.

Sotto i riflettori il comparto networking (NWX – Nyse), dopo le preoccupazioni manifestate dalla banca d’affari Wachovia sulla possibilita; che molte società appartenenti al comparto telefonia mobile riducano la spesa in conto capitale. La decisione andrebbe a colpire le societa’ produttrici di infrastrutture tlc del calibro di Lucent (LU – Nyse) e Nortel (NT – Nyse), il cui rating e’ stato abbassato da “market perform” a “underperform”.

E non naviga in buone acque il titolo del colosso multimediale Aol Time Warner (LU – Nyse). Un articolo pubblicato nel Washington Post ha segnalato l’intenzione da parte della Sec di approfondire le indagini sulle irregolarita’ contabili del gruppo.

Notizie positive, invece, per il titolo del colosso automobilistico Ford (F – Nyse), premiato con una valutazione al rialzo da UBS Warburg. La banca d’affari ha sottolineato che i mercati stanno scontando uno scenario troppo negativo per l’azione.

Sotto i riflettori, complici le ripercussioni che i venti di guerra potrebbero avere sul suo business, il comparto aereo, che ieri e’ stato oggetto di una vera e propria ondata di vendite, anche sulla scia delle notizie relative alla bancarotta di American Airlines (AMR – Nyse). La protagonista di oggi e’ invece General Dynamics (GD – Nyse). Il colosso della difesa ha dichiarato di aver sforbiciato la fascia piu’ alta relativa alle stime di produzione dei jet, considerato il livello ancora incerto della domanda.

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.